Termina nel peggiore dei modi il quinto anno di Serie D dell'Agropoli. La squadra di mister Sorianiello perde uno a zero contro la Madrepietra Daunia e retrocede in Eccellenza con una giornata di anticipo dalla fine del Campionato. La gara risulta equilibrata nel primo quarto d'ora, al 16' la Madrepietra prova ad attaccare con un tiro di Priorelli che finisce tra le braccia di Cotticelli. L'Agropoli non riesce ad arrivare nella metà campo avversaria imprigionata dai giocatori della Madrepietra, Adiletta prova però una conclusione al 22' che finisce alla sinistra della porta. Al 25', punizione per l'Agropoli calciata da Capozzoli, facilmente respinta dalla barriera del Madrepietra. Gli ospiti trovano il gol al 26' con Bozzi il quale sfrutta al meglio un passaggio dalla sinistra per poi battere Cotticelli. Al 28' Chiochia tenta di la conclusione di testa, che finisce alla destra della porta senza centrare lo specchio. Al 30' gran bocciatura per Tiboni il quale esce dal campo battibeccando con il Mister cedendo il posto a Rekik. Al 40' calcio d' angolo per la Madrepietra i cui sviluppi mettono in difficoltà il portiere agropolese il quale ha comunque la meglio sugli attaccanti pugliesi. Termina così un primo tempo dominato dagli ospiti. Il secondo tempo comincia male per l'Agropoli che finisce in 10 per l'espulsione di Rekik. Al 15' Di Maio del Madrepietra tenta il raddoppio con un tiro che finisce alto sopra la traversa. Al 17' Donnarumma prova il tiro, ma senza crederci troppo e la palla finisce tra le braccia di Maraglino. Il resto della gara vede l'Agropoli tentare di raggiungere almeno il pareggio ma senza mai impensierire la difesa ospite. Dopo 5 minuti di recupero l'arbitro Clerico di Torino fischia la fine delle ostilità mettendo fine alla lunga agonia dell'Agropoli in Serie D. Giocatori e tifosi in lacrime, quest'oggi la Serie D perde una delle squadre più gloriosa e, soprattutto, mai fallita della Campania. I "delfini" saluteranno la categoria Domenica prossima sul campo del Bisceglie.

Francesco Nettuno





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information