È consentita, anche agli atleti e non, di discipline non individuali, come a ogni cittadino, l'attività sportiva individuale, in aree pubbliche o private, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri e rispettando il divieto di ogni forma di assembramento». Così una circolare inviata oggi dal Viminale ai prefetti sulle prescrizioni in vigore da domani e fino al 17 maggio. Si apre così alla ripresa degli allenamenti per le squadre. «Per chi come noi ha voglia di ripartire credo che sia un'ottima notizia». Il presidente dell'Aiac, Renzo Ulivieri, commenta così all'Adnkronos l'ok del Viminale agli allenamenti individuali anche per gli sport di squadra. «Prenderemo tutte le cautele del caso e seguiremo alla lettera il protocollo - aggiunge il numero uno degli allenatori di calcio italiani -. Per noi tecnici mantenere le distanze non è un grosso problema, anzi direi che non cambia niente: un'indicazione al calciatore la si può dare anche a diversi metri di distanza».

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information