Pareggio a reti inviolate per la Frattese di mister Di Costanzo. Dopo il pari di sette giorni fa nella trasferta calabrese contro il Sersale, un altro zero a zero per i nerostellati al termine di una gara a senso unico, dominata dal 1’ al 90’. Anche sfortunata la Frattese, che nel primo tempo è andata vicinissima alla rete in più occasioni colpendo anche due legni con Longo e Vacca. Ha resistito il fortino eretto dal tecnico sarnese Esposito, che beneficiava degli acquisti last minute Nocerino e Calemme gettandoli sin da subito nella mischia. Il tecnico di casa, con Costanzo squalificato in mezzo al campo, opta per Vacca dietro la punta Longo e Da Dalt e Angelillo sugli esterni. Per tutta la gara sarà un monologo Frattese, con gli ospiti che però, difendendosi con ordine e cattiveria agonistica, hanno saputo blindare la porta di Sorrentino. Nei primi minuti Longo va vicino al gol più volte. All’8’ è Angelillo a crossare dalla destra col piede mancino, Longo sale altissimo ma è anticipato con i pugni dal portiere ospite. Al 12' bel cross di Palumbo dalla destra ancora per Longo che viene ingannato da una deviazione e non riesce a ribadire in gol dall'area piccola. La Frattese preme sull’acceleratore, e i pericoli per la Sarnese arrivano sempre dalla destra. È ancora Palumbo a crossare per la testa di Longo che però trova la deviazione del difensore. Dal corner il primo legno di giornata per i padroni di casa con Longo che anticipa nuovamente il portiere con la testa ma la palla si stampa sulla traversa.
Alla mezz’ora una delle rare occasioni ospiti. Calemme, tra i pochi ad avere licenza di offendere, prova a calciare ma Rinaldi para a terra.
A 5’ dall’intervallo l’altro legno della Frattese, con Vacca che colpisce il palo con un bel colpo di testa ancora una volta da corner conquistato da Longo che aveva seriamente impegnato Sorrentino. Nella ripresa è sempre la Frattese a fare la partita, ma senza risultati. Alla mezz’ora ci prova Liccardo su palla inattiva, ma la sfera termina a lato. Nel finale grande forcing della squadra di casa, con i neo entrati Natale e Ragosta che provano a mettere scompiglio, ma senza trovare la via del gol. Finisce così, con un pari che lascia l’amaro in bocca alla Frattese, che sale a 19 punti. Giovedì turno infrasettimanale in casa del Gladiator, domenica prossima si torna allo Ianniello per Frattese – Palmese.

Vincenzo Piscopo Ufficio Stampa Frattese Calcio

DICHIARAZIONI POST-PARTITA:
Il tecnico della Frattese Nello Di Costanzo analizza così la gara: “Abbiamo preso pali e traverse, siamo stati a volte un po’ imprecisi e altre molto sfortunati. Abbiamo giocato ad una porta sola, sapevamo che la Sarnese sarebbe venuta qui a difendersi a fare le barricate. Abbiamo sempre fatto noi la partita senza rischiare nulla in fase difensiva. Questo è un aspetto positivo, la mia squadra ha cercato di giocare sia sugli esterni che centralmente. Complimenti alla Sarnese che si è messa lì di squadra a difendere un prezioso pareggio. Complimenti anche ai miei ragazzi perché ci hanno provati in tutti i modi senza però riuscire a segnare, sono stati sempre presenti con raziocinio e velocità per provare a vincerla”.
Il Ds nerostellato Mennitto al termine della gara: “Conoscevamo perfettamente le insidie che poteva nascondere questa partita. L’abbiamo preparata in modo scrupoloso durante la settimana perché sapevamo che avremmo trovato una squadra messa sulla difensiva con dieci uomini dietro la linea della palla, con un 5-3-2 che ha coperto bene tutti gli spazi. Detto ciò, non siamo riusciti a capitalizzare le occasioni nitide che abbiamo creato tra cui la traversa di Longo, il palo di Vacca. C’è rammarico perché pensavamo di sbloccarla prima o poi, purtroppo non ci siamo riusciti. Mercato aperto? Sicuramente la Frattese risponderà presente. D’accordo con l’allenatore sceglieremo le soluzioni migliori per poter far bene da qui alla fine della stagione”.
Esposito, allenatore della Sarnese analizza lucidamente i 90': “Devo dire che sono fierissimo dei miei ragazzi e dello spirito che hanno messo in campo. Prima della partita avevo chiesto loro di mettere questo spirito di sacrificio, a prescindere dal risultato finale. Oggi abbiamo gettato il cuore non oltre l’ostacolo, ma oltre un cancello. Abbiamo fatto una gara prettamente difensiva perché non avevamo armi per giocarcela a viso aperto e abbiamo badato solo a contenere. Potevamo ripartire in qualche occasione ma ci è mancata la lucidità. È un punto che ci teniamo stretto perché arrivato sì con un po’ di fortuna ma con tanto tanto spirito di squadra”.

TABELLINO
Frattese: Rinaldi, Palumbo (18’ st Natale), Calvanese, Ausiello, Tommasini, Varchetta, Da Dalt, Liccardo, Longo, Angelillo (46’ st Acampora), Vacca (33’ st Ragosta). A disp.: Mascolo, Riccio, Ammaturo, Palmieri, Ronga, Calamaio. All.: Di Costanzo.
Sarnese: Sorrentino, Di Finizio, Talia, Miccichè, Nocerino, Santaniello, Sannia (37’ st Tortora), Nasto, Figliolia (47’ st Cacciottolo), Guidelli, Calemme (32’ st Pianese). A disp.: Rizzo, Cesarano, Raiola, Sorriso, Cozzolino, Iuliano. All.: Esposito.
Arbitro: Emmanuele di Pisa.
Note: Ammoniti Sorrentino, Sannia, Calvanese. Recupero 3’ e 4’.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

stoccata.jpg

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information