Concludere nel modo migliore il campionato, ottenendo se è possibile il secondo posto e la qualificazione diretta ai gironi di Champions League e puntare a rafforzare la squadra, sia con la conferma dei calciatori più forti, sia lavorando sul mercato per i nuovi innesti della prossima stagione. Il Napoli è concentrato su diversi filoni di lavoro ma Sarri pensa ad altro, vale a dire al campo di gioco. Il tecnico, assieme alla squadra, guarda all'impegno di domenica a Torino, dove il Napoli affronterà i granata in una gara decisiva. Gli azzurri sperano infatti che nel posticipo serale la Juventus riesca a fermare la marcia della Roma, ma soltanto una vittoria contro la squadra di Mihajlovic renderebbe possibile il sorpasso dei giallorossi. Vincere a Torino, di questo Sarri è assolutamente convinto, non sarà facile. Il Toro è una delle squadre più in forma della serie A, come dimostrano chiaramente le grandi difficoltà che la Juventus ha avuto domenica scorsa nel derby per evitare la sconfitta. L'allenatore dei partenopei sta preparando con la consueta meticolosità la partita sul piano tattico. La rosa è praticamente al completo, se si esclude Maksimovic, un ex non molto amato dai tifosi del Toro, che in settimana si è infortunato ad una caviglia e che anche oggi ha svolto lavoro differenziato. Riguardo alla formazione che Sarri manderà in campo, i dubbi sono ben pochi o inesistenti. Giocheranno dall'inizio i titolarissimi, con Allan e Jorginho che a centrocampo dovrebbero essere preferiti a Zielinski, Diawara e Rog. In attacco, solo certezze con il trio Callejon-Mertens-Insigne più che confermato. Per il contratto del belga, capocannoniere azzurro con 24 gol, si va verso un annuncio dell'accordo per la prossima settimana. Non è da escludere che il presidente De Laurentiis stia preparando qualcosa di simile a quanto già organizzato per la comunicazione ufficiale del prolungamento del contratto di Insigne. Si starebbe infatti preparando una conferenza stampa doppia alla vigilia della gara con la Fiorentina, in programma sabato sera al San Paolo. Parlerebbero prima De Laurentiis e Mertens, con la firma del contratto davanti a telecamere e macchine fotografiche e poi sarebbe il turno dell'allenatore. Da limare solo alcuni dettagli. Poi Mertens si legherà sempre di più al Napoli.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information