Pin It

Al Palajacazzi la Romeo Normanna Aversa Academy riscatta la sconfitta di Tricase e batte la Materdomini Castellana Grotte per 3-1. Non è stata una gara semplice per i gialloblu, partiti alla grande ma che hanno subito la rimonta dei pugliesi nel secondo set. Nel terzo e quarto parziale Bonetti e compagni hanno ripreso in mano le redini del gioco, portando a casa ai tre punti senza grossi patemi d’animo. «Dobbiamo lavorare ancora – è stato il commento post-partita di coach Scappaticcio – per trovare quell’intesa fra gli atleti che a tutt’oggi non mi soddisfa. Bisogna mantenere sempre alta la qualità del gioco. E’ una questione mentale ma non solo. Il giocatore che sa di avere delle qualità tecniche superiori deve dimostrare in campo queste sue qualità». Sulla stessa linea il Team manager Giuseppe Nerone. «Il risultato naturalmente ci soddisfa ma dobbiamo migliorare, mentalmente e nei fondamentali. Abbiamo le capacità per farlo. La serie B è un campionato dove nessuno ti regala niente».

 

 

Questa è la cronaca di Romeo Normanna-Materdomini Castellana Grotte.

ROMEO NORMANNA AVERSA ACADEMY – Corti 18, Mandolini 18, Vetrano 12, Bonetti 9, Berardi 6, Krumins 5, D’Auge (L), Geatano, Conte; ne Di Vincenzo, Lentola, Pappalardo, Nero (L). All. Mario Scappaticcio, Vice All. Antimo Del Prete.

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE – Ristani 20, Disabato 17, Sportelli 7, Scardia 5, Cianciotta 4, Campana 3, Catania (L), Lopardo, De Angelis, Scarpello, Floris; ne Nutricati, Condorelli (L). All. Vincenzo Fanizza, Vice All. Mario Cisternino.

Primo arbitro Esposito L.; secondo arbitro Esposito M.; segnapunti Picciuolo Federica.

PRIMO SET – Due bordate di Bobo Corti permettono subito alla Romeo di allungare sugli ospiti (4-2). Sul 6-2 per i gialloblu l’allenatore dei pugliesi è costretto a chiamare il primo time-out. La Romeo Normanna allunga ancora il passo grazie al potente servizio dello stesso Corti e all’ottimo muro di Vetrano e Bonetti. Il secondo time-out arriva con i padroni di casa in vantaggio per 14-6. E’ la volta di Manuele Mandolini a mettere a terra la palla per tre volte consecutive, portando la Romeo Normanna sul 17-10. Castellana cerca di recuperare lo svantaggio ma il distacco dai gialloblu non scende mai al di sotto delle cinque lunghezze. Alla fine il muro vincente di Vetrano e Mandolini consente alla Romeo Normanna di chiudere vittoriosa il primo parziale per 25-20.

SECONDO SET – Dopo un inizio equilibrato, due muri vincenti di Davis Krumins permettono ai gialloblu di portarsi avanti per 6-3. Il decimo punto la Romeo lo ottiene grazie alla schiacciata vincente di Lorenzo Bonetti (10-6). Gli ospiti hanno un sussulto d’orgoglio è ottengono il pari, grazie anche ad alcune distrazioni in difesa dei gialloblu e ai precisi servizi Ristani. Sul 10-10 coach Scappaticcio chiama il time-out. Per la prima volta nel match la Materdomini Castellana va in vantaggio sul 14-13. Ci pensa Bobo Corti con due servizi vincenti e una schiacciata a riportare il gialloblu in avanti (18-15). Gli ospiti non mollano e rimangono attaccati alla Romeo, sino a raggiungere di nuovo il pari sul 21-21. Coach Scappaticcio chiama il time-out e opera il primo cambio: in regia Gaetano prende il posto di Krumins. Si va avanti punto a punto. La schiacciata di un niente fuori di Mandolini permette a Castellana di vincere il secondo parziale per 26-24.

TERZO SET – Rientra Krumins in regia, la Romeo Normanna ottiene subito un break di tre punti a zero. Ancora un allungo dei gialloblu, che si portano sul 7-3. Coach Fanizza non è soddisfatto: primo tie-break del set. Gli ospiti si portano a due lunghezze di distacco ma i padroni di casa riprendono il largo, grazie al muro vincente di Berardi (11-7). E’ una fase in cui il muro rimane è il migliore fondamentale dei gialloblu. Questa volta è Vetrano, in collaborazione con Mandolini, a mettere palla a terra (14-8). Lo stesso Vetrano dimostra di avere la mano calda. Piazza tre precisi servizi che mettono in difficoltà i pugliesi e consentono alla Romeo Normanna di portarsi sul 19-11. Anche Manuele Mandolini alza il suo livello di gioco con uno schiaccione, un mani fuori e l’immancabile muro vincente, che portano i gialloblu ad avere otto set-ball di vantaggio. Il parziale è chiuso sul 25-16 dalla potente sbracciata di Bobo Corti, devastante a rete.

QUARTO SET- – Partenza punto a punto, sino al mini-break di Gavino Vetrano, perfetto a muro (5-3). Bobo Corti continua a lanciare bordate aria-terra con il suo servizio, che costringono a chiamare il time-out a coach Fanizza. La partita rimane saldamente in mano dei padroni di casa. Ancora un tie-break chiamato da Castellana sul 13-6. Manuele Mandolini è inarrestabile e schiaccia a terra la palla del 17-6. Non c’è più storia, i gialloblu arrivano ad avere dodici punti di vantaggio, con Bobo Corti che alza puntualmente il muro, Simone Berardi sempre pronto quando chiamato in causa, Lorenzo Bonetti che chiude il match sul 25-11.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information