CASERTA – Due schiacciatrici, entrambe 20enni, che hanno deciso di sposare il progetto della Sigma Volalto Caserta. Due attaccanti che vestiranno i colori rosa e nero e che proveranno a portare la squadra guidata da coach Nesic il più in alto possibile in classifica. La città della Reggia accoglie due atlete che onoreranno il nome di Caserta in tutta Italia: Alessia Sgherza e Giorgia Silotto. La prima è più ‘grande’ della seconda di appena qualche mese essendo nata a Massa il 25 gennaio 1997 mentre Silotto è originaria di Mestre ed è nata il 4 aprile. Alessia Sgherza è alta un metro e 87 centimetri e prima del 2011 ha giocato nel club di Massa tra giovanili e serie D. Poi è in B1, per due stagioni (dal 2011 al 2013) col Club Italia. Nella stagione 2013/2014 è protagonista di una cavalcata vincente con la Anderlini Modena in B2: in prima squadra è una delle migliori e con la squadra Under 18 riesce a conquistare una medaglia d’argento regionale e un quinto posto alle Finali Nazionali. Poi è in B1 con la Union Volley Jesolo e quindi sempre B1 con Ostia Volley Club. Il salto in Serie A2 nella scorsa stagione: prima esperienza tra le ‘grandi’ con la Battistelli Consolini San Giovanni in Marignano. Giorgia Silotto invece è alta 181 centimetri ed ha iniziato a giocare al Volley Annia a 10 anni. Poi ha giocato successivamente con il Volley Pool Piave San Donà dall’Under 14 (anno in cui ha vinto lo scudetto) facendo anche campionati di under 18 e B1. A 16 anni la prima esperienza fuori casa per giocare a Pesaro in B1 ma anche nelle squadre giovanili Under 16 e Under 18. L’anno successivo è a Novara in under 18 e B1. Nel 2014/15 l’esperienza all’Union Volley Jesolo in Under 18 (vincendo il titolo provinciale contro il San Donà e arrivando alle finali nazionali a Crotone) e in B1. Nel 2015/16 fino a gennaio è a Rimini in B1 poi passa al Talmassons sempre in B1. Nell’ultima stagione ha giocato in B1 a Lurano. Ecco perché hanno scelto la Sigma VolAlto Caserta: “Quando mi è arrivata la proposta della società ho accettato quasi subito – afferma Sgherza - un po’ perché volevo rimanere nella categoria ma anche perché ho saputo che all’allenatore piace lavorare con le giovani e siccome so che posso ancora crescere come giocatrice ho preso la palla al balzo. E spero di ritagliarmi uno spazio in più in campo rispetto all0anno scorso, anche perché quest’anno il campionato è lungo e con tante squadre”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Silotto: “Sono deciso di andare a giocare a Caserta perché ho trovato una società che ha creduto in me offrendomi la possibilità di misurarmi con una categoria superiore rispetto a quelle in cui ho giocato negli ultimi anni. Sono motivatissima e non vedo l’ora di iniziare”. Entrambe vivono per la pallavolo e i ricordi più belli della loro vita sono, ovviamente, legati a questo meraviglioso sport: “Ho passato tanti momenti belli legati alla pallavolo perché principalmente mi ha dato la possibilità di conoscere tantissima di persone in tutta Italia e di instaurare amicizie che ancora ora, dopo 7 anni, continuano a durare. Sicuramente – continua Sgherza - gli attimi più belli che ricordo sono quelli legati alle giovanili. Il quinto posto alle Finali Nazionali con l’Anderlini Modena e la partecipazione sempre alle Nazionali con l’Unione volley Jesolo sono quei momenti che non dimenticherò mai”. E per Silotto c’è un ricordo ancora più importante: “Per me è semplice, il ricordo più bello rimarrà sempre la vittoria dello scudetto Under 14. Poi tutto il resto viene dopo”.





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information