- Ultime ore nella massima serie della Pallacanestro italiana per la Juvecaserta. Nel pomeriggio il Consiglio della Federazione (Fip) dovrebbe negare alla società l'accesso al prossimo campionato di serie A, dopo che la relazione presentata dalla Com.Tec. (Commissione di controllo sui bilanci delle società) ha evidenziato il mancato rispetto dei parametri di bilancio, in particolare quello relativo al rapporto tra ricavi, indebitamento e patrimonio netto che supererebbe la quota limite di 200mila euro. Al posto di Caserta, che potrebbe ripartire dalla Promozione, salirebbe in A la Vanoli Cremona. Ieri il patron della Juvecaserta, Raffaele Iavazzi, è stato con il suo legale a Roma dove ha incontrato il presidente della Fip Petrucci, che gli ha ribadito la serietà della contestazione. "Petrucci fa le sue scelte politiche, la decisione è già presa" è l'amaro commento di Iavazzi. "Credo che la decisione mi verrà notificata lunedì - prosegue Iavazzi - in modo che avrò 48 ore di tempo per ricorrere al Collegio di garanzia dello sport del Coni. Sarebbe una beffa se me la notificassero stasera, essendoci il weekend di mezzo". Iavazzi annuncia ricorsi anche alla giustizia ordinaria, in particolare al Tar, anche se questa mossa seguirà il ricorso all'organismo del Coni. "Sono convinto che i nostri bilanci sono a posto", garantisce il patron dello storico club casertano, primo nel Meridione d'Italia ad aggiudicarsi uno scudetto (era il 1991). Già nelle scorse settimane c'era stato sentore che qualcosa non andasse, visto che gli emissari della Com. Tec, tra fine maggio e il mese giugno, in appena un mese e mezzo, avevano fatto visita tre volte alla Juvecaserta per acquisire la documentazione relativi ai bilanci; Iavazzi, che a fine campionato aveva manifestato l'intenzione di cedere la maggioranza delle quote, aveva però respinto ogni illazione iniziando anzi a programmare la prossima stagione. Aveva ottenuto la gestione del Palamaggiò, storico impianto dove gioca la squadra casertana, aveva quasi chiuso un accordo commerciale con il presidente del Benevento Calcio Oreste Vigorito ingaggiando nel frattempo il nuovo coach, l'esperto Piero Bucchi, un talento del basket Usa come l'ex stella del campionato universitario Arcidiacono, rinnovando inoltre il contratto al capitano Marco Giuri. La Juvecaserta era già fallita sportivamente nel 1998, ma allora la mancata iscrizione era al campionato di A2. Intanto i tifosi si mobilitano; già ieri sera hanno inscenato un improvviso corteo; la prossima manifestazione di protesta è per la serata di domenica 16 luglio.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information