Sassari perde 77-70 sul parquet di Caserta e deve così cedere il quarto posto a Trento, sul cui parquet comincerà i play off. Per Caserta una vittoria meritata con Bostic (18 punti) e Watt sugli scudi (doppia doppia con 18 punti e 13 rimbalzi); da domani però si prospetta per la società campana un futuro incerto, dopo che il proprietario Raffaele Iavazzi ha annunciato di voler cede le quote e ritirarsi. In avvio Caserta piazza subito un break di 9-0, con Diawara protagonista. Sassari si sveglia solo verso metà quarto con il primo canestro di Lawal, ma in breve, con le triple di Carter, riduce il gap ad un possesso (10-12), e supera nel finale la Juve con la bomba di Stipcevic (19-18). I sardi continuano a colpire la squadra di coach Dell'Agnello dalla lunga distanza anche nel secondo quarto; Caserta prova l'allungo a metà tempo (35-28) ma Sacchetti, con due triple di fila, annulla lo svantaggio. Negli ultimi secondi, ancora Carter (14 punti nei primi 20') porta la Dinamo all'intervallo lungo sul 42-37. Nel terzo quarto Bostic e Giuri guidano la rimonta di Caserta, che torna a difendere come a inizio partita e a realizzare da tre con buona regolarità da tre; Sassari non riesce ad arginare la velocità dei bianconeri, che chiudono sul 58-53. I locali continuano a correre anche nel quarto decisivo. Bostic, con due bombe, porta Caserta sul +13 (71-58) quando mancano cinque giri di lancetta; sembrerebbe fatta per i padroni di casa, ma Sassari non ci sta, e con Sacchetti e Stipcevic prova a rientrare fino al -3 (68-71); con le ultime energie rimaste, però, Caserta riesce a tenere il vantaggio e chiude tra gli applausi con Diawara e Gaddefors





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information