In un Vigorito stracolto ed entusiasta il Benevento fa sua la prima partita di campionato contro la Spal, bagnando con un successo il ritorno i serie B. I sanniti partono timidi rispetto ad una Spal inizialmente più arrembante. I giallorossi soffrono soprattutto sulla fascia sinistra dove spesso e volentieri Lazzari riesce ad avere la meglio su Lopez. Non mancano i sussulti al Vigorito. La squadra di Baroni rischia più volte. Pericolosa la deviazione di Lucioni al 22' quando Chibsah perde palla a centrocampo. Cragno però è tempestivo nell'intervento, il portiere non trattiene ma sul tiro di Arini si fa trovare pronto Lucioni che salva la porta. Altro pericolo arriva sempre da Arini su passaggio di Schiattarella. La sveglia però suona per Ciciretti. Il gioiellino giallorosso, protagonista della promozione nella passata stagione, viene chiamato in causa pochissime volte fino al 28' quando decide di farsi sentire anche in cadetteria. Amato entra in area pericolosamente e costringe Mora al fallo. Non ci sono dubbi per l'arbitro. Il rigore è sacrosanto. E a trasformarlo è proprio il numero 10. Ciciretti risponde presente e lo fa assieme a Falco. Entrambi danno più qualità alla squadra provando a non far sentire l'assenza di De Falco squalificato per ben due giornate. Con le caratteristiche “di rottura” di Del Pinto e Chibsah, i giallorossi provano a giocare di più sulle fasce soprattutto dalle parti di Melara che mostra di avere sin dalle prime battute gamba e cuore. Il secondo tempo riprende dalla stessa nota di chiusura del primo con il Benevento che prende più campo. La Spal ci prova una sola volta con Antenucci ma poi è la strega che si fa vedere a più riprese nell'area avversaria senza trovare però il guizzo vincente nonostante i tentativi di Fabrizio Melara e di Ciciretti. Ma al 35' riesplode il Vigorito grazie al gol di Puscas subentrato a Ceravolo. Il giocatore dell'Inter servito da Melara fa tutto da solo e gonfia la rete. E' il gol del raddoppio per la squadra di Baroni. L'allenatore azzecca la mossa vincente e poi si barrica con Bagadur al posto di Falco. Spazio anche ad Agyei per Del Pinto. La Spal però non molla e si rende pericolosa su punizione con il neo entrato Beghetto. I giallorossi però gestiscono bene. La concentrazione è alta soprattutto nei minuti finali. I primi tre punti vengono messi in cassaforte. E' solo l'inizio di una splendida avventura in cadetteria. La squadra passa il primo esame con un mercato però che non ha ancora chiuso i battenti.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information