Il Napoli cede 3-2 al Nizza nella prima amichevole internazionale dell'estate, ma il deludente risultato passa in secondo piano rispetto agli incidenti che hanno caratterizzato le ore prima dell'inizio della partita. Secondo quanto riporta il quotidiano locale Nice­Matin, ci sono stati scontri tra le due tifoserie con lanci di bottiglie, molti tifosi avevano mazze e caschi.

C'è stato poi l'intervento della polizia francese che ha avuto un confronto con i tifosi del Napoli all'esterno dello stadio: gli ultras azzurri, circa 200, hanno acceso dei bengala lanciandoli contro le forze dell'ordine, c'è stata anche una sassaiola a cui gli agenti francesi hanno risposto lanciando a loro volta dei fumogeni. Alte colonne di fumo si sono levate intorno allo stadio Allianz Riviera, mentre la polizia ha identificato e riaccompagnato subito alla frontiera 150 tifosi del Napoli, rispendendoli in Italia. Tre poliziotti sono rimasti leggermente feriti. "Il confronto ­ ha spiegato Marcel Authier, direttore del dipartimento di sicurezza directeur della regione ­ è stato molto breve, non è durato più di 15 minuti ma è stato molto violento". C'è un precedente con i club francesi, visto che già nel 2013, in occasione della doppia sfida dei gironi di Champions League tra Napoli e Marsiglia, c'erano stati scontri sia nella gara d'andata che in quella di ritorno. L'episodio di Nizza è solo l'ultimo di una estate di amichevoli caratterizzate dalla violenza tra le tifoserie in Bologna­Spezia, con una violenta rissa scoppiata in un parco giochi pirma del test tra i due club. Due giorni dopo, il 25 luglio scorso, la sfida UdineseGalatasaray a Klagenfurt, in Austria, è stata sospesa dopo 35' per il continuo lancio di petardi da parte di un gruppo di ultrà. E il nervosismo c'è stato anche in campo in un'amichevole che si è conclusa con tre azzurri ammoniti (Valdifiori, Allan e Koulibaly) e un espulso, Callejon, che ha lasciato in campo al 23' della ripresa dopo essersi avvicinato a un avversario a terra, con l'arbitro che ha ravvisato gli estremi per il cartellino rosso. Il Napoli esce così sconfitto al primo test di un certo livello, con l'attenuante dell'imminente inizio del campionato francese: il Nizza esordisce l'8 agosto ed è quindi più in palla.





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information