Errore
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT MAX(time) FROM jos_vvcounter_logs
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=INSERT INTO jos_vvcounter_logs (time, visits, guests, members, bots) VALUES ( 1594342102, 906, 806, 0, 100 )

Partiamo da un presupposto molto semplice: la legalità non è una cosa che va sciorinata ma va praticata e dimostrata nelle azioni quotidiane, tutte. Bene. Fatta questa breve premessa passiamo al concreto. Colto più volte in fallo da Campania Notizie, l’avvocato Salvatore Compagnone non perde occasione per auto collocarsi tra quelli che la legalità la sciorinano e non la praticano. Un po’ come quelli che chiedono il rispetto delle regole, invitando a non uscire di casa per evitare il contagio da Coronavirus e poi a uscire sono loro per incontrare ‘gli amici’. “Ma questa è un’altra storia” avrebbe detto Carlo Lucarelli, superbo scrittore e conduttore del programma tv ‘Blu notte’. Torniamo ai fatti. Il funzionario del Comune di Sant’Arpino, ci perdonerà, non sembra tenere in debita considerazione le regole del codice della strada né tantomeno sembra mostrare il dovuto rispetto verso le fasce deboli dei cittadini, quelle di cui fanno parte i diversamente abili e alle quali sono riservati posti auto per delle necessità che riteniamo sia superfluo spiegare (sarebbe la fiera dell’ovvio), perché come si può notare dalle foto in fondo all’articolo col suo bel Suv ha parcheggiato proprio in uno di quegli spazi a loro riservati. Vogliamo ricordare a noi stessi che le strisce di parcheggio bianche sono quelle dove la sosta è libera, quelle blu indicano spazi a pagamento e quelle gialle, appunto, sono riservate ai diversamente abili. A noi non risulta che Salvatore Compagnone sia affetto da qualche disabilità e dalle foto nemmeno vediamo esposto il classico cartellino che indica la presenza di una persona disabile a bordo della vettura. Quindi non possiamo fare altro che porci degli interrogativi: Compagnone si è distratto e non ha notato le strisce gialle? Ebbene, la legge non ammette ignoranza. E lui che in teoria è un tecnico della materia dovrebbe saperlo. Trasportava una persona disabile? Ma il cartellino non c’è e quindi è assai poco probabile. Non ha proprio considerato le strisce gialle e ha parcheggiato ugualmente? Noi saremmo indirizzati verso questa soluzione. Certo sciorinare legalità è molto facile. Sono fin troppi quelli che lo fanno e con incredibile nonchalance. Ma tutt’altra cosa è praticarla. Richiede un impegno molto più grande e non comune a tutti.

Luigi Viglione





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information