Un detenuto di nazionalità polacca, recluso con l'accusa di omicidio aggravato, è evaso dal carcere di Poggioreale. È riuscito a sfuggire ai controlli mentre partecipava alla messa nella cappella dell'istituto circondariale. Utilizzando una lunga fune si è calato all'esterno di via Porzio, facendo perdere le tracce. Sul posto uomini della Penitenziaria, della polizia e dei carabinieri. L'uomo era ristretto all'interno del padiglione Milano. Dalle prime informazioni in possesso del Mattino si apprende che il polacco era accusato di omicidio di un'anziana, e in attesa di giudizio. Non è ancora chiaro se l'evaso avesse dei complici ad attenderlo all'esterno. Fatto sta che le modalità di evasione richiamano al più classico dei metodi: dopo essersi dileguato, mentre si celebrava la funzione della messa nella cappella di Poggioreale, Robert Lisowski, 32enne arrestato a Napoli il 5 dicembre dello scorso anno, è riuscito a lanciare una lunga corda dal muro perimetrale del carcere, guadagnando la libertà.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information