"La bambina non è ancora fuori pericolo, il rischio maggiore è rappresentato dalle infezioni". Queste le parole del primario di chirurgia dell'ospedale Santobono, Massimo Cardone, durante la conferenza stampa per il bollettino medico sulle condizioni di Noemi, la bambina ferita durante un agguato di camorra a Napoli. Il primario aggiunge: "Una ferita da guerra, non ci era mai capitato prima". Intanto un gruppo di mamme del Rione Sanità di Napoli, appartenenti all'associazione donne Forti Guerriere, sta pregando all'esterno dell'ospedale pediatrico Santobono dove è ricoverata Noemi. La proposta di mettere in atto la preghiera collettiva è circolata di voce in voce e, per ora, sono una trentina le donne che, con ceri in mano, stanno recitando le preghiere per la piccola.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information