È crollata la parete interna in blocchi in calcestruzzo leggero che separa due classi di terza e quarta elementare al primo piano dell'istituto comprensivo Tenente De Rosa al corso Umberto di Sant'Anastasia: contusi una maestra incinta e cinque bambini - alcuni colpiti dai calcinacci, altri sono caduti durante le fasi precipitose della fuga dalle aule - nessuno per fortuna è in gravi condizioni, tutti medicati sul posto dal personale del 118. Le indagini per accertare eventuali responsabilità sono state avviate dai carabinieri, che hanno raccolto testimonianze e informazioni tra testimoni e addetti ai lavori. La parte del muro crollata nella scuola ha colpito un'insegnante di sostegno che in quel momento era impegnata con un bimbo disabile. Per «coprire» il piccolo la maestra è rimasta ferita alla testa e ad una spalla.

La donna è al quarto mese di gravidanza. La docente, dopo essersi accertata delle condizioni degli alunni, ha voluto recarsi dal suo ginecologo per un controllo. A parte lo choc, la situazione non sarebbe preoccupante. La parete divisoria era stata realizzata una decina di anni fa per dividere uno spazio più ampio e fare posto a due classi. I vigili del fuoco stanno effettuando un sopralluogo per scoprire se ci sono altre situazioni di pericolo nell'istituto. L'edificio era già stato oggetto di verifiche strutturali due anni fa, così come le altre scuole del territorio. E all'esito dei controlli si rese necessario il reperimento di aule in altre sedi, perchè in base ai rilievi del Comune nel plesso centrale era emerso che un corpo di fabbrica aggiunto sul finire negli anni '80 per realizzare sei aule e due laboratori era deficitario e presentava problemi statici tali da non garantire la sicurezza degli alunni, del corpo docente e del personale, tant'è che alcuni spazi del primo piano vennero dichiarati inagibili.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information