Studenti, associazioni, sindacati in piazza questa mattina ad Afragola per la mobilitazione anticamorra organizzata dalla Cgil con le associazioni del territorio dopo gli episodi intimidatori con l'esplosione di otto bombe che si sono verificate negli ultimi giorni nel Comune a Nord di Napoli. Presenti anche i segretari generali di Cgil e Uil di Napoli, Walter Schiavella e Giovanni Sgambati, il pizzaiolo Gino Sorbillo, davanti alla cui pizzeria qualche sera fa è esplosa una bomba carta, i vertici di Libera, Federconsumatori, la Masseria Ferraioli, bene confiscato alla camorra e di cui ieri, così come comunicato dai responsabili, il Comune ha revocato l'affidamento per alcuni cavilli burocratici e tanti istituti scolastici. La marcia, partita da piazza Gianturco, ha raggiunto piazza Municipio dove sono stati esposti striscioni e bandiere. Ieri ad Afragola c'è stata la passerella del vicepremier Matteo Salvini con i le solite frasi fatte e gli stucchevoli slogan da campagna elettorale. Ma era scontato. La cosa che lascia perplessi sono le tante persone che inneggiavano al Carroccio. Quei "terroni" tanti odiati alla Lega. Per la serie le vittime che si innamorano ai carnefici.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information