Dai conti pubblici in rosso, passando attraverso il caso Iovinella, per finire con l’adesione alla società Acquedotti. Ai microfoni di Campania Notizie il sindaco Giuseppe Dell’Aversana dice la sua sulle ultime clamorose vicende politico-amministrative di Sant’Arpino. Abbiamo intervistato il primo cittadino a margine del consiglio comunale del 26 novembre. Il civico consesso ha dato il via libera alla revisione del piano di riequilibrio pluriennale. Hanno votato a favore tutti i consiglieri di maggioranza e i due di finta opposizione Elpidio Maisto e Giuseppa Drea. Non si capisce perché questi ultimi non ufficializzino il passaggio alla corte di Dell’Aversana. Sarebbe più dignitoso sotto tutti i punti di vista. Contrari gli esponenti di minoranza Iolanda Boerio e Maria Rosaria Di Santo. Entrambe hanno mosso una serie di critiche e si sono espresse contro il provvedimento. Ma al termine dell’assise non hanno voluto rilasciare dichiarazioni alla nostra testata.

Si è invece dimostrato e cortese e disponibile il sindaco che ha risposto a tutte le nostre domande su temi scottanti. Addirittura ci ha offerto pure dei dolcetti. Sicuramente non li avrà comprati lui. Ha il braccino troppo corto. Basta il pensiero. In merito alle dimissioni di Mimmo Iovinella da assessore ai Lavori pubblici e all’Urbanistica il primo cittadino ha ammesso che si è trattato di “un errore ma in buona fede” e ha condiviso il ragionamento sulla necessità di un suo dietrofront sottolineando che con “tale gesto ha dimostrato di essere un galantuomo”. Anche sull’Acquedotti ha confermato che ci “sono ancora punti da approfondire” pur difendendo a spada tratta la decisione di aderire alla società idrica. In riferimento all’enorme deficit del Comune non sono mancate pensati accuse all’indirizzo dell’ex sindaco Eugenio Di Santo. Condividiamo in toto gli attacchi di Dell’Aversana contro l’ex primo cittadino. Su molte altre questioni restiamo critici. È la democrazia, bellezza.

Mario De Michele

LA VIDEO INTERVISTA A GIUSEPPE DELL’AVERSANA

;t=13s





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information