Era ora. Seppure con enorme ritardo il sindaco Andrea Villano ha finalmente mostrato lo scrotino agli esponenti di Campania Libera (ancora per poco) e li ha messi spalle al muro costringendoli a sputare il nome del “vero” assessore. Il prescelto, anzi la prescelta, è l’avvocato penalista di Aversa Caterina Torromacco, illustre sconosciuta. Il primo cittadino si è rotto le palline e ha pretesto, stavolta centrando l’obiettivo, che il consigliere regionale Luigi Bosco e i consiglieri di maggioranza Nando D’Ambrosio “Colombina” (è brillante solo nel vestiario) e Salvatore Del Prete “Soldinus Magò” (ineguagliabile nel fare soldini) sciogliessero la riserva e gli consentissero di completare la squadra dell’esecutivo. L’incontro a quattro si è tenuto stamane nella stanza del sindaco. Villano ha sbattuto i pugni sul tavolo e ha detto “basta, ora mi avete rotto i coglioncini”. Dopo il diktat del primo cittadino c’è stata la svolta. Bosco si è messo in moto. E ha indicato l’avvocato Torromacco a dimostrazione, qualora ce ne fosse stato ancora bisogno, che all’interno di Campania Libera (ancora per poco) D’Ambrosio “Colombina” vale meno di zero. Il neo presidente del consiglio comunale (poveri cittadini ortesi) aveva puntato su un altro avvocato donna, Rita Cristiano, ma Bosco e gli altri gli hanno riso in faccia e mandato politicamente a quel paese. D’Ambrosio è tornato nei suoi panni di “Colombina” e ha incassato il colpo senza battere ciglio. Contestualmente, sempre stamattina, si è dimesso Cesario Villano, assessore a tempo determinato di Campania Libera (ancora per poco). Ha gettato la spugna non senza uno strascico polemico accusando tutti di mancanza di lungimiranza politica. Con il via libera a Torromacco la giunta sarà completata con l’ingresso degli assessori in pectore Luigi Macchia (Urbanistica) in quota Scegli Orta e Luigi Di Lorenzo (Politiche sociali) indicato da Noi Ortesi. I tre si affiancheranno al vicesindaco Peppe Roseto e alla delegata a Bilancio e Finanze Maria Grazia Zagaria (Coraggio). Vedremo, con i fucili mediatici puntati, cosa saranno capaci di fare.

Mario De Michele

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information