Giochi fatti. Ora al sindaco Andrea Villano non resta che nominare gli assessori. Lo invitiamo a fare in fretta. Ha perso già troppo tempo. I cittadini di Orta di Atella hanno bisogno di risposte celeri ed efficaci. Da ieri sera il primo cittadino non ha più alibi. Dal vertice tra i consiglieri di Scegli Orta (lista del sindaco) è arrivato il via libera. Raffaele Elveri, Pasquale Lamberti, Antonio Arena, Katia Sorvillo e Rocco Russo hanno data “carta bianca” a Villano. Spetterà a lui varare la giunta al massimo entro l’inizio della settimana prossima. Ripetiamo, si dia una mossa. I consiglieri di Scegli Orta hanno dimostrato senso di responsabilità rinunciando ad ogni pretesa nell’indicazione degli assessori della lista. La riunione di ieri sera è servita anche a dare il “benvenuto” ad Arena come capogruppo consiliare. Decisione molto discutibile sponsorizzata da Villano. Il consulente del lavoro, non sappiamo se sia anche dottore commercialista, è di primo pelo. E non possiede il pedigree politico per guidare il principale gruppo di maggioranza. Gli consigliamo di tornare tra i banchi di scuola (è presidente del consiglio di istituto) per imparare qualcosina in più. Arena ha soffiato il posto a Russo. Inizialmente anche nelle intenzioni del primo cittadino il capogruppo designato era proprio l’ex assessore. In verità, nonostante la maggiore esperienza politico-amministrativa neanche Russo, a nostro avviso, sarebbe stato all’altezza del compito. Vi sembrerà strano ma per noi il nome migliore sarebbe stato quello di Raffaele Elveri. Durante l’incontro di ieri sera ha dimostrato di capire quando è il momento di fare un passo indietro. Per sciogliere la matassa dei componenti della giunta il sindaco Villano aveva lanciato la palla ai due primi eletti. Elveri, appunto, e Lamberti. I due consiglieri avevano la possibilità di indicare una rosa di nomi (4 maschi e 2 donne per una questione di “quote”). Elveri ha proposto l’ex consigliere Francesco Ragozzino “Asso piglia tutto”. Un nome politicamente indecente, va detto.

Ma va anche rimarcato che lo stesso Elveri ha immediatamente fatto dietrofront quando è stata ventilata l’idea di dare “carta bianca” a Villano. Anche Lamberti, che aveva la facoltà di indicare un suo nome, non ha creato alcun tipo di problema per favorire una soluzione che consentisse al primo cittadino di nominare l’esecutivo. Un atteggiamento, quello di Lamberti, che non ci sorprende. È una persona seria e perbene. Vive del suo lavoro. E non fa politica per farsi i cazzi suoi. Con il lasciapassare dei consiglieri di Scegli Orta possiamo dire che tutte le caselle della giunta sono piene. Saranno nominati assessori, come già ampiamente annunciato da Campania Notizie, in quota Scegli Orta Peppe Roseto (con delega di vicesindaco) e Katia Sorvillo, che si dimetterà da consigliere con conseguente ingresso in assise di Alessandra Cinquegrana. In rappresentanza di Noi Ortesi ci sarà Mario Del Prete, primo dei non eletti. L’assessore di Coraggio sarà Anna Castelli. Anche lei dovrà dimettersi. Al suo posto in consiglio entrerà Mena Capasso, prima dei non eletti della lista promossa da Pasquale Ragozzino. Precisiamo Pasquale, il Ragozzino onesto e pulito, non Francesco.

Il quinto membro dell’esecutivo sarà l'apprezzata commercialista Mariagrazia Zagaria (Bilancio e Finanze), voluta dal sindaco Villano.   Mentre Campania Libera (ancora per poco) si è accontentata della presidenza del consiglio. Ruolo che sarà ricoperto dall’avvocato “incidentato” Nando D’Ambrosio. Anche nel caso di Campania Libera (ancora per poco) e di Noi Ortesi, movimento capeggiato da Eduardo Indaco, va riconosciuto il senso di responsabilità perché in base ai numeri avrebbero potuto pretendere una poltrona in più. È stata trovata la quadratura del cerchio. Se saranno ufficializzati questi nomi dobbiamo ammettere che si tratta realmente di una giunta composta da volti nuovi, giovani e persone che non danno adito a dubbi. Fanno ben sperare per una svolta reale. Ovviamente li giudicheremo sul campo. E avremo i bazooka della legalità (i computer di Campania Notizie) sempre puntati su ogni assessore, consigliere comunale di maggioranza e opposizione e in particolare su Andrea Villano. Signor sindaco, non le servirà indossare l’elmetto e imbracciare la baionetta.

Mario De Michele

 

 





Leggi anche:


asips

Cerca in google

 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information