Motivi economici: questa la possibile molla che ha scatenato l'ira di Pasquale De Liguori, di 39 anni, arrestato dai carabinieri nel quartiere Ponticelli, alla periferia orientale di Napoli, perchè ritenuto responsabile dell'uccisione ieri sera di una zia e del ferimento della sorella di quest'ultima. L'ipotesi formulata dagli investigatori è di omicidio e tentativo di omicidio aggravato da futili motivi; l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, deve anche rispondere di porto abusivo di arma da taglio, evasione dagli arresti domiciliari e detenzione di cocaina. Per i militari, ha ucciso a coltellate la zia Rosa Vitagliano, di 61 anni, e ha ferito un'altra zia, sorella dell'uccisa, Maria, di 71 anni. Come detto, i motivi che lo hanno indotto ad ammazzare sua zia sono probabilmente di natura economica ma si sta ancora indagando. In possesso di circa 1.900 euro in contanti e 4 grammi di cocaina, De Liguori - sottoposto agli esami tossicologici - non ha voluto rispondere ai militari. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato una dose di sostanza stupefacente e alcuni biglietti manoscritti sui quali sono in corso approfondimenti investigativi. Verosimilmente, sottolineano i carabinieri, si tratta di 'contabilità' minuta relativa a spaccio di droga. De Liguori era sottoposto da agosto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. Secondo la ricostruzione degli investigatori, De Liguori ieri sera, violando il regime degli arresti domiciliari, è andato nella casa della madre in Via Botteghelle di Portici, dove si trovavano le donne, e nel cortile esterno ha colpito sua zia Rosa utilizzando un coltello da cucina con una lama di venti centimetri; ha ferito anche un'altra zia, Maria, accorsa per aiutare Rosa. Alcuni parenti sono intervenuti facendo cadere l'arma e l'uomo è fuggito su un tetto dove poi i carabinieri lo hanno bloccato. La 61enne è morta durante il tragitto verso l'ospedale; è stata colpita in diverse parti del corpo: al capo, al volto, al torace e alle braccia. Maria ha avuto ferite da taglio al capo e al collo. É ricoverata nell'ospedale Villa Betania, sotto choc, ma non è in pericolo di vita. Pasquale De Liguori è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale.(





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information