La lotta agli sversamenti abusivi di rifiuti e roghi tossici nella Terra dei Fuochi continua e si lavora ora “per il coinvolgimento di consorzi e dei Comuni. E chi non vuole partecipare se ne assumerà la responsabilità politica. È la battaglia di tutti”. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, in visita a Napoli.

“Il prefetto di Napoli - ha spiegato Costa - ha assunto l'onere del coordinamento e di settimana in settimana si faranno i comitati per l'aspetto operativo. Nella Terra dei Fuochi aumentano le denunce, i sequestri, gli arresti, aumentano gli elementi di corredo molto significativi sull'attività operativa delle forze dell'ordine. Ma aumentano anche i roghi. Quindi è il momento in cui anche gli enti locali ci diano una mano. Per non buttare loro addosso una croce troppo pesante, stiamo anche avendo una serie di rapporti con i cosiddetti consorzi di filiera per il riciclo, perché se si aumenta il riciclo, la differenziata, levi il materiale da terra e dai occasioni economiche per lo sviluppo. Il famoso pneumatico, il pellame se gli puoi dare un risultato economico successivo è da stupidi dargli fuoco”.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information