“Le soluzioni tecniche sono propedeutiche agli obiettivi politici”. Il sindaco di Crispano, Michele Emiliano, ci ha delucidato su alcuni punti evidenziati dal consigliere Filippo Castaldo nell’ultima intervista rilasciata a Campania Notizie. In riferimento alla preoccupazione del pentastellato sui seri rischi a cui va incontro Crispano per la raccolta rifiuti nonostante il passaggio di ditta dato che il capitolato rimane lo stesso, il sindaco ha precisato così. “Proprio per tali possibili rischi stiamo attuando una serie di operazioni per arginare la ricomparsa dei problemi passati. In collaborazione con polizia municipale e responsabile di settore stiamo lavorando alla modifica del calendario per il conferimento, approveremo il regolamento per le guardie ambientali (in apposita commissione) e stiamo attuando la repressione al cattivo conferimento. Tolleranza zero. Correggeremo le disfunzioni verificatesi. Castaldo dice che ci vogliono scelte politiche, io dico che sono necessarie strategie tecnico-gestionali al fine di raggiungere gli obiettivi politici come quello di un’alta percentuale di differenziazione. Chiamiamo in maniera diversa la stessa cosa”. Il primo cittadino ha aggiunto che a breve partirà anche una campagna di sensibilizzazione alla tematica ambientale nelle scuole. Quanto poi alla polemica sulla mancata partecipazione al tavolo tecnico di inizio settembre al Ministero dell’Ambiente Emiliano non ha lasciato cadere la cosa. “Ho inviato un’altra pec in cui ho chiesto di essere invitato formalmente al prossimo tavolo sulla tematica”.

Il primo cittadino si è mostrato propositivo anche riguardo le idee del gruppo Movimento 5 Stelle crispanese come la possibilità di nominare la figura del garante dei disabili. “Siamo attenti alle politiche sociali. Non c’è colore politico che tenga. Anzi colgo l’occasione per comunicare ai cittadini un’importante manifestazione che si terrà domani alle 16:00 in aula consiliare ‘Stop al bullismo ora’ con un convegno su ‘Il bullismo sui disabili: come intervenire?’”. Infine per quanto concerne la mancata risposta di accesso agli atti riguardanti l’incendio nella zona adiacente lo stadio comunale di via Cancello, Emiliano ha fatto sapere: “L’iter procedurale di quell’area sequestrata da anni è giunto finalmente al termine. Abbiamo ricostruito gli atti e ottenuto il dissequestro il primo ottobre. Ora si procederà ad individuare la ditta per la caratterizzazione dei rifiuti, il conferimento secondo canoni di legge e successiva bonifica”.

Valentina Piermalese

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information