Tre piani da 250 metri quadrati, saloni affrescati e sormontati da capriate lignee, l’ufficio del sindaco per gli incontri istituzionali e le cerimonie civili, un enorme terrazzo dal quale si vede tutta la città: il Nuovo Palazzo di città inaugurato dal sindaco Rosaria Punzo e dall’amministrazione comunale alla presenza dei sindaci dei comuni limitrofi e le più alte istituzioni cittadine sarà la sede dell’assise comunale e il luogo dove si terranno eventi, convegni e spettacoli. Il salone delle feste è dedicato al compositore napoletano nato proprio a Villaricca Guglielmo Chianese in arte Sergio Bruni. Il sindaco Rosaria Punzo ha voluto fortemente che la sala eventi culturali avesse questo nome poiché “in questo modo Villaricca restituisce alla memoria di Sergio Bruni tutto ciò che il cantante ha regalato a noi napoletani. Era il minimo che potessimo fare per un uomo che ha portato il nome di Villaricca nel mondo” ha dichiarato Punzo. A Don Luigi Sturzo invece è intitolata la nuova sala consiliare. “Dopo 14 mesi dal mio insediamento siamo riusciti nel nostro intento: dare alla partecipazione e di confronto politico la più importante sala del Palazzo. Ognuno di questi spazi è pubblico e aperto a tutte le iniziative che verranno. Impegno e forte volontà hanno dato i frutti sperati”, ha concluso il sindaco. A sottolineare il grande lavoro svolto in questi mesi l’Assessore ai lavori pubblici Francesco Guarino: “L'eleganza, gli spazi verdi e le aule di cultura prendono il posto del degrado e dell'abbandono: consegniamo alla città un patrimonio economico, storico e culturale”. “In un anno sono stati realizzati e completati – ha precisato l’Assessore - impianti di sorveglianza, elettrici e idraulici, intonacate le facciate interne ed esterne, risagomanto l'anfiteatro e ammodernato il giardino. Infine abbiamo realizzato completamente ex nuovo la sala consiliare”. L’assessore Guarino ha passato il testimone all’Assessore al Patrimonio artistico Caterina Taglialatela che ha organizzato, per l’evento inaugurale, la mostra fotografica di Luigi Cacciapuoti e il murale dell’area giochi dal titolo “Prima o Poi” di Corrado La Mattina con Near, Davide Romano e Raffaele Imperato dell’associazione Let’s think. “Le opere d’arte che abbiamo istallato sono a tema, descrivono i luoghi di Villaricca di ieri e di oggi e sono stati fonte di ispirazione per i disegni dei writer”. “Oggi dimostriamo – ha continuato Taglialatela - che determinazione e grande lavoro possono fare la differenza. Questo giorno segna l'apertura di un bene storico ed architettonico destinato al territorio, la cui mission è quella di raccontarlo e contenerlo. La sfida è riempirlo di contenuti”.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information