“Alla luce del sole, contro sfruttamento dei nuovi schiavi” è il titolo della manifestazione contro il fenomeno del caporalato lanciato in tutto il Sud dal Movimento cristiano lavoratori e che sarà presentato venerdì 19 maggio alle 16 all'Istituto di cultura meridionale, in Via Chiatamone, 63. Il Movimento cristiano lavoratori da anni lavora su queste iniziative a tutela dei soggetti più deboli e ancora una volta lancia una campagna da Napoli che toccherà tutto il Mezzogiorno d'Italia. “Non possiamo rimanere indifferenti perché vorrebbe dire essere complici di un fenomeno drammatico che oggi rappresenta, oltretutto, un business rilevante per le organizzazioni criminali come i recenti episodi di cronaca fanno intendere – afferma Michele Cutolo, presidente provinciale di Mcl - a Napoli siamo operativi da tempo proprio per la tutela dei diritti dei tanti immigrati che arrivano qui con la speranza di un riscatto e purtroppo trovano soltanto una nuova schiavitù. Per questo motivo dobbiamo impegnarci per riportare tutto nuovamente alla luce del sole, come recita il nostro slogan”. Intervengono, tra gli altri, Gennaro Famiglietti, presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale; Michele Cutolo, presidente provinciale Mcl Napoli; Giuseppe Cantisano, capo dell’Ispettorato territoriale del Lavoro di Napoli; Giuseppe Greco, direttore regionale Campania Inps; Daniele Leone, direttore regionale Campania Inail; Ciro Capasso, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli; il colonnello Ubaldo Del Monaco, Comandante provinciale dei Carabinieri; Pasquale Esposito, imprenditore e presidente di E.& P. Italia; Sonia Palmeri assessore regionale al Lavoro. Le conclusioni sono state affidate a Paolo Pennesi, direttore dell’Ispettorato nazionale del Lavoro e Carlo Costalli, presidente nazionale Mcl, che sottolinea: “La lotta contro il caporalato è una battaglia che potrà essere vinta solo con l’accordo, il più esteso possibile, di tutte le parti sociali interessate. Per anni si è parlato di questa piaga in modo sommesso senza che si sia mai intervenuti adeguatamente, neanche sul piano legislativo. Il tema della lotta allo sfruttamento del lavoro in agricoltura e al connesso fenomeno del caporalato è centrale nella politica del Mcl. Nel dna del movimento c’è sempre stata la ricerca del diritto al lavoro, in una parola, combattere per una società più umana”. Nel corso dell’incontro verrà proiettato un breve documentario sul fenomeno del caporalato.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information