“Se il ministro Lorenzin, scordandosi il passato, pensa in serenità di nominare De Luca commissario alla sanità, sappia che a livello parlamentare e regionale il Movimento 5 stelle alzerà le barricate”. Lo dice Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio regionale della Campania rispondendo al ministro della Sanità, a Napoli per un convegno. “I cittadini campani vivono quotidianamente sulla propria pelle i disastri della sanità campana che con l’avvento di De Luca - attacca - si sono acuiti sprofondando a un livello da terzo mondo”. “Se il Governo dovesse applicare l’emendamento ad De Lucam mettendo la sanità campana nel potere assoluto di De Luca, noto esperto di spartizione della cosa pubblica - sottolinea Ciarambino – il Movimento 5 Stelle sarà costretto a mobilitare i cittadini contro una scelta scellerata e inopportuna. Basta coi giochi di potere sulla pelle della Campania: adesso chiediamo la migliore professionalità a guidare la nostra sanità”. “Comprendiamo le pressioni a cui è sottoposto il ministro e quindi la necessità di cambiare parere rispetto al recente passato sul personaggio De Luca - fa notare - ma se la scelta dovesse cadere sul presidente sarebbe un oltraggio nei confronti della Campania”. “La nostra sanità merita le persone più competenti e libere - aggiunge - De Luca non è né competente né libero”. “Siamo la regione dove in due importanti ospedali e alcune Asl - attacca - ci sono stati gravi fatti di corruzione senza che gli organismi interni alle strutture e alla Regione abbiano esercitato il dovuto controllo e siano intervenuti preventivamente. È per questi meriti che De Luca andrebbe premiato?”. “Se la Lorenzin vuole davvero decidere in serenità e per il meglio della sanità campana - prosegue - allora invece di convocare ed ascoltare il presidente, convochi i comitati dei cittadini campani che si battono per la sanità pubblica e le madri dei bambini trapiantati al Monaldi, dove il centro trapianti è stato chiuso. Sapranno dirle ciò di cui ha davvero bisogno la nostra sanità”. “E siamo certi che i campani non affiderebbero mai la sanità pubblica nelle mani di quest’uomo - conclude Ciarambino - davvero confidiamo in un atto di saggezza e di coerenza del ministro Lorenzin, che come sempre da lei sostenuto, non nomini De Luca a commissario”.





Leggi anche:


 

300x250_wellness_new.gif

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information