"Parafrasando un antico adagio, potremmo dire che 'chi sa fa, chi non sa insegna, chi non sa insegnare critica'. Le accuse strumentali e di basso livello nei confronti del presidente di Eav sono la dimostrazione plastica del disagio provato da chi ha lasciato in una situazione drammatica un'azienda vitale per il trasporto pubblico regionale e prova in modo maldestro a delegittimare il lavoro che si sta portando avanti". A dirlo è il segretario regionale del Pd Campania, Assunta Tartaglione. "Siamo consapevoli che il processo di rilancio di Eav è ancora lungo e difficile - sottolinea Tartaglione - ma sappiamo anche che sono stati posti dei punti fermi per rimettere in carreggiata un treno abbandonato su un binario morto. Grazie anche all'impegno profuso dal Governo e dal Partito democratico si è scongiurato il fallimento e di qua si sta ripartendo, anche con iniziative fondamentali come la garanzia del servizio nei giorni delle festività pasquali, senza problemi di sicurezza per i passeggeri e per i convogli". "Gli smemorati e i polemici di professione continuino pure a dare i numeri - conclude Tartaglione - noi rinnoviamo la stima e la vicinanza a Umberto De Gregorio, nonché il pieno sostegno del Partito democratico in questa battaglia di civiltà".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information