“Siate affamati, siate folli – Stay hungry, Stay foolish”. Ecco uno dei più celebri moniti pronunciati da Steve Jobs nel suo Discorso all’Università di Stanford il 12 giugno 2005. Con questo spirito, con questo approccio, sicuramente con questa filosofia di vita l’ex assessore ai trasporti Aldo Berlinguer ha abbracciato e condotto le sue battaglie politiche per garantire ai lucani la dovuta dignità di viaggiatori e cittadini d’Europa. Nessuno ci credeva qualche anno fa, infatti, che un ETR 1000 MENNEA (convoglio di Trenitalia capace di raggiungere i 330 km/h) potesse transitare o meglio fare servizio in Basilicata. E invece, da ieri 11 dicembre, dopo lunghe battaglie ed estenuanti bracci di ferro condotti dalla Regione Basilicata con il governo e l’azienda del trasporto ferroviario Trenitalia, il nuovo Frecciarossa Milano – Taranto non è più una chimera! Niente più cambi, migliori condizioni di viaggio, tempi più rapidi per i passeggeri che da Taranto, passando per Metaponto, Ferrandina (hub di Matera capitale europea della cultura 2019) e Potenza Centrale, potranno raggiungere Salerno, Napoli, Roma e Milano comodamente seduti in treni di nuova generazione. Tutto ciò è sicuramente il frutto di un intenso e inarrestabile lavoro condotto per anni dall’ex assessore regionale ai trasporti Aldo Berlinguer che aveva posto al centro della sua politica il tema trasporti in Basilicata. Oggi la sua visionaria ambizione è realtà. Da tanti sbeffeggiata e derisa, considerate le difficili condizioni geomorfologiche della Lucania, lo scadente stato della rete ferroviaria regionale, nonché gli ingenti investimenti necessari, la visione dell’ex assessore Berlinguer ha concesso ai lucani un contratto di servizio con Trenitalia di un anno, in via sperimentale, con una corsa giornaliera di andata e ritorno. Certo in questi casi la continuità e sinergia politica ed amministrativa è essenziale. Merito, dunque, anche agli amministratori della Puglia e ai suoi successori lucani per aver continuato a credere, con la giusta dose di follia, che il sogno si potesse avverare. Il Frecciarossa 1000, infatti, partirà ogni mattina alle ore 5.48 da Taranto, ci saranno poi le fermate di Metaponto alle 6.16, di Ferrandina alle 6,41, di Potenza Centrale alle 7.35. Per il ritorno, la partenza è prevista da Milano alle 15.20, con arrivo a Roma Termini alle 18.50, alle 22.19 a Potenza centrale, a Taranto a mezzanotte. Allo stesso tempo sarà mantenuto anche il servizio bus Freccialink che collega Matera e Potenza con Salerno con i mezzi di Trenitalia, integrati ai treni dell’alta velocità. Una novità importante per la regione anche in vista di Matera capitale europea della cultura 2019.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information