"Una sede dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata anche sul territorio della provincia di Caserta". Lo chiede Nicola Caputo, consigliere regionale PD e Presidente della Commissione Trasparenza in un ordine del giorno

che sarà discusso nella seduta del Consiglio regionale di domani. "E' necessario - spiega Caputo - che il governo regionale ponga in essere tutte le azioni necessarie nei confronti del Governo nazionale, del Ministero della Giustizia e del Ministero dell'Interno, per fare in modo che anche sul territorio casertano operi, in modo costante e permanente una articolazione dell'agenzia per i beni confiscati". "I dati registrati nella lotta alla criminalità - spiega ancora Caputo - hanno messo in evidenza che, in ambito regionale, Caserta è la provincia più colpita dall'attività criminale. Il territorio casertano fa registrare un'emergenza sociale che merita interventi strutturali e urgenti anche da parte del Governo nazionale. Le esperienze di gestione delle attività legate al riutilizzo dei beni hanno dimostrato di dare notevoli risultati in termini sociali". "Di qui la richiesta di ottenere anche per il territorio casertano una sede distaccata dell' Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati che consentirebbe - conclude Caputo - interventi mirati per lo sviluppo sociale del territorio fornendo allo stesso tempo una risposta dello Stato forte, visibile e utile per il benessere delle comunità locali".

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information