"E' davvero singolare che una signorina che non ha mai preso un voto di preferenza ed è stata nominata parlamentare per aver frequentato segreterie romane, discetti di cose che non conosce, come ad esempio la grave crisi economico-finanziaria provocata dal suo partito al Comune di Caserta,

solo per apparire in qualche resoconto giornalistico". Lo afferma, in una nota. Angelo Polverino, consigliere regionale Pdl, riferendosi alla parlamentare del Pd, Pina Picierno. "Se la Picierno avesse un po' di tempo per studiarsi le carte del dissesto di Caserta - spiega - si renderebbe conto che, dai cassetti dell'ultima amministrazione di centrosinistra, sostenuta e in molti casi tenuta artificialmente in piedi dal Pd, ogni giorno emergono debiti non dichiarati o addirittura diffide della Corte dei Conti non prese in considerazione da chi, i suoi colleghi di partito, a fine anno riusciva a far quadrare i conti per magia, compensando la montagna di debiti certi, con incassi futuri virtuali, che tali sono rimasti". "Evidentemente da quando la Picierno appena eletta, esordì a Porta Porta dicendo che il problema della criminalità a Caserta dipendeva dal fatto che in tutta la provincia (circa un milione di abitanti) c'erano solo due Volanti in strada, non ha fatto molta strada - aggiunge - Né per la provincia di Caserta (dove non si è mai vista) né nel documentarsi prima di sparare sentenze. Il dissesto a Caserta, provocato dal centrosinistra, é una cosa seria e sono serie le esigenze di cittadini cui il centrosinistra aveva già portato al massimo tributi e tasse. Il centrodestra a Caserta e in Campania è impegnato invece (con presidente della Regione e sindaci eletti, non nominati) a rimediare allo sperpero di denaro pubblico, agli effetti nefasti dell'emergenza rifiuti, alle voragini di bilancio della sanità firmati Pd e centrosinistra. Se non si è in grado di dare un contributo o non si ha l'onestà di fare autocritica, forse è meglio tacere".

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information