"Abbiamo deciso di decidere! Oggi e' una giornata importante perche' stamattina abbiamo deliberato il dissesto finanziario dell'ente: e' stato un atto dovuto". Cosi' ha aperto la conferenza stampa il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio (Pdl) che si e' svolta a palazzo Castropignano, sede del Comune, con tutta la giunta.

Il sindaco ha aperto la comunicazione con una novita': "Come evidenziato dai revisori dei conti del comune, la procedura era stata sollecitata anche dalla Corte dei Conti il 4 gennaio del 2011, ma di questa nota noi non eravamo a conoscenza fino a ieri sera - ha spiegato il primo cittadino - in quanto, la corte dei conti, sentiti i revisori e gli assessori gia' all'epoca, e dopo una deliberazione del 26 novembre del 2010, aveva avvertito che con tali presupposti non tollerava manovre inutili". Se da un lato la citta', dunque, potrebbe essere ripulita dai rifiuti nei prossimi giorni perche' questa mattina e' stato emesso un bonifico da parte del comune per la Casertambiente - l' azienda che vanta un credito di circa 5 milioni di euro con l'ente comunale - di una cifra pari a 700 mila euro, dall'altro, l'indebitamento del comune risulta essere superiore al 200 % delle entrate correnti. Il Topic della situazione attuale e' che manca il pagamento dei servizi essenziali - mense scolastiche, raccolta di rifiuti, buoni libro - e i residui passivi per la parte corrente sono raddoppiati (rispetto al rendiconto 2005, da 37 milioni si e' giunti a 75 milioni di euro che assorbono quasi il 50% delle entrate complessive). Inoltre sono insoddisfacenti le percentuali di incasso di residui attivi. "A cio' si aggiunge la difficile esigibilita' di alcune entrate - ha continuato Del Gaudio - si pensa che c'era stata una previsione di vendita di immobili del comune con un incasso di 14 milioni di euro e in questi anni e' stato incassato solo un milione".

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information