Ormai dovrebbe essere pronto lo scacchiere in vista delle imminenti elezioni provinciali a Caserta. Manca meno di un mese e tutti gli schieramenti in campo stanno per ufficializzare le liste. Per il centro sinistra sono pronte tre liste. La prima, ‘Liberi e moderati’, di ispirazione più centrista, alla quale stanno lavorando i consiglieri regionali Luigi Bosco e Giovanni Zannini, dovrebbe essere composta da Nunzio Sferragatta di Maddaloni, l'uscente Mario Russo di Caserta, Pasquale Crisci di Santa Maria a Vico, il sindaco di Ciorlano Mauro Di Stefano (da pochi giorni nuovo vice presidente della Provincia), Domenico Laurenza ed Enzo Galanuomo di Marcianise e l'altro uscente Gianluigi Santillo. In questa forse ci sarà anche Davide Fumante di Santa Maria Capua Vetere. E nelle ultime ore si è parlato anche di Alfonso Oliva di Aversa.

Nella seconda, per la quale si stanno impegnano l’ex europarlamentare Nicola Caputo e il consigliere regionale Gennaro Oliviero, quasi sicuramente troveranno spazio Pinuccio Moretta di Marcianise, Carlo Russo di Santa Maria Capua Vetere, uno tra Massimo Schiavone e Basilio Vernile di Sessa Aurunca, il consigliere di Sant'Arpino Salvatore Lettera, il sindaco di Alife Maria Luisa di Tommaso e l'ex candidato sindaco di Maddaloni Angelo Campolattano.

Mentre i candidati della terza, di cui si sono occupati il consigliere regionale Stefano Graziano, l’europarlamentare Pina Picierno e l’ex deputata oggi membro della segreteria nazionale dem Camilla Sgambato, sono già certi il sindaco di Orta di Atella Andrea Villano, il sindaco di Cesa Enzo Guida, Angelo Tenneriello di Maddaloni, Francesco Di Nardo di Santa Maria Capua Vetere, Stefano Coronella di Casal di Principe, Imma Dello Iacono di Aversa e Matteo Dionisi di Caserta.

Per il centro destra le liste in campo dovrebbero essere due. Una, per la quale si è impegnato il presidente uscente Giorgio Magliocca, composta da Claudio Perrotta di Orta di Atella, Paolo Busico di Santa Maria Capua Vetere, Peppe Carfora, Mimmo Russo e Domenico Siviero di Maddaloni (anche se qualcuno alla fine potrebbe fare un passo indietro), Maurizio Masiello di Santa Maria a Vico. Non è ancora chiaro se Fratelli d'Italia metterà candidati in una delle liste del presidente o deciderà di presentarne una autonoma, con la possibilità di candidare Alessandra Vigliotti di Maddaloni, un consigliere di Castel Volturno, comune guidato attualmente dal sindaco Luigi Petrella, Valentina Iovinella di Succivo e Stefano Mariano di Caserta.

Per la seconda, espressione leghista del territorio casertano, si dovrebbero vedere in campo Luigi Dello Vicario ed Olga Diana di Aversa (candidatura non del tutto certa: c’è tensione tra i due), Teodoro Scalzone di Casal di Principe, Emilio Pecunioso di Sessa Aurunca, uno tra Filippo Iacobelli e Claudio Marone a Maddaloni, Ivan Natale di Liberi, Pasquale Bruno di Casaluce, Marianna Barattini di Casagiove, Antonella Piccerillo di Macerata Campania. Poi ci dovrebbero essere due donne candidate per Frignano e Tora e Piccilli, mentre un candidato uscirà anche da San Felice a Cancello, per il quale è in pole Angelica Rongone.

Luigi Viglione





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information