Si è tenuto venerdì mattina, presso la Prefettura di Napoli, l’incontro tra il vice prefetto Gerlando Iorio, delegato per la Regione Campania al contrasto dei roghi, ed i sindaci atellani. Al tavolo della prefettura erano i presenti i rappresenti dei comuni di Cesa, Succivo, S. Arpino, Orta di Atella e Gricignano di Aversa con la presenza dei comandanti di polizia locale. Il vice prefetto Iorio ha illustrato ai presenti l’azione posta in essere negli ultimi tempi, come ad esempio il coordinamento tra le polizie provinciali e poi tra le polizie locali delle grandi città. I sindaci hanno rappresentato le difficoltà esistenti nel contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti che avviene, soprattutto, nelle zone di confine e periferiche. Difficoltà che nascono dalla scarsità di mezzi e risorse. Proprio per far fronte a ciò il vice prefetto Iorio ha messo a disposizione del territorio una azione denominata di “secondo livello”, con la partecipazione di una apposita unità dell’Esercito Italiano che, con l’ausilio pure di droni, lavorerà a stretto contatto con le polizie locali. Si è ragionato anche della possibilità che i sistemi di video sorveglianza locali possano essere collegati al sistema regionale realizzato dalla Sma Campania. I sindaci atellani hanno chiesto anche dei controlli più serrati rispetto al fenomeno dei cattivi odori che si registrano, soprattutto di sera, allo scopo di comprendere da quali impianti o aziende private provengono. Vi è la necessità di monitorare il territorio per debellare il fenomeno dei miasmi, che aumenta nei periodi estivi. Nel frattempo i sindaci e i rappresentanti dell’Esercito, che pure hanno costituito una task force contro il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, si sono dati appuntamento mercoledì 24 luglio alle ore 10, preso il Municipio di S. Arpino, per iniziare a programmare attività di controllo.

“Siamo molto soddisfatti – dichiarano i sindaci della zona atellana – per il taglio operativo e risolutivo conferito alla riunione dal vice prefetto Iorio. Sono state avanzate anche proposte affinché la normativa di settore possa essere modificata in modo da rendere la legislazione più efficiente. Il vice prefetto Iorio si è impegnato a trasferire agli organi competenti le proposte avanzate”. Tra queste proposte quella consentire le assunzioni di Vigili Urbani, da impiegare nel settore ambiente, nei comuni che rientrano nel perimetro della cosiddetta “Terra dei Fuochi”, in deroga ai vincoli finanziari ed economici.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information