La nuova giunta di Carinaro è in dirittura d’arrivo. Il neo sindaco Nicola Affinito ieri ha incontrato il suo team per valutare insieme l’organizzazione da dare alla futura amministrazione per i prossimi 5 anni. Prevista la rotazione dopo i primi 2 anni e mezzo. A metà mandato ci sarà quindi il turn over degli assessori. Intanto il primo cittadino ha proposto una partenza basata su due parametri: graduatoria di voti e parità di genere. Nell’esecutivo quindi dovrebbero rientrare i due uomini e le due donne che hanno ottenuto maggiori consensi lo scorso 26 maggio. I prescelti quindi sono Mario Moretti, Stefano Masi, Serena Marino e Rachele Barbato. Però Masi ha annunciato di rinunciare alla carica di assessore. Con grande senso di responsabilità farà un passo indietro. Per impegni lavorativi non potrà dedicarsi in prima battuta anima e corpo alla macchina amministrativa. E quindi il giovane avvocato ha deciso di fare spazio ad altri.

Al suo posto subentrerebbe il terzo sul podio dei maschi: Alfonso Bracciano. Lo scettro di vicesindaco sarà attribuito al campione di preferenze Mario Moretti. Ancora incerte le assegnazioni delle deleghe. Alcune tra le più importanti come Lavori pubblici, Urbanistica e Politiche sociali toccherebbero ai due consiglieri maschi. Questo è il quadro attuale salvo eventuali altre rinunce dell’ultimo minuto o dissensi, a dire il vero poco probabili. Stabilita anche la prima seduta del consiglio che si terrà sabato 15 giugno alle ore 17:00. A Carinaro quasi tutto pronto insomma per aprire le danze e inaugurare il primo giro di valzer dell'amministrazione targata Affinito.

Valentina Piermalese

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information