Il confronto è il sale della democrazia. Così come il confronto è un elemento essenziale per proporsi alla guida della città. In questa direzione sono andati Francesco D’Auria, Dario Di Matteo e Biagio Lusini dimostrando sensibilità politica e civica. Tommaso Barbato invece si è dato alla fuga. Non conta se per viltà, per convenienza o per altro. Sta di fatto che è stato l’unico dei quattro candidati sindaco alle elezioni di Teverola a non aver accolto l’invito di Campania Notizie al confronto pubblico tra gli aspiranti primi cittadini. Peggio per lui. Gli assenti hanno sempre torto. Ci auguriamo per Barbato che il “no” sia frutto di un ragionamento partorito dalla sua mente e non dagli strateghi della politica che lo tengono in pugno. Problemi suoi. Il dibattito tra D’Auria, Di Matteo e Lusini si terrà lo stesso. Ovviamente.

L’incontro-scontro (sempre nei limiti della civiltà) è fissato per mercoledì 8 maggio alle ore 19.00 nella suggestiva cornice del ristorante Savaris Eventi da Favola sulla S.S. 7 Bis Km II a Teverola. Ringraziamo di cuore i titolari della struttura per aver messo a disposizione i locali della struttura a titolo completamente gratuito. Anche questo un segnale di grande civiltà e democrazia. Un grazie sincero anche a D’Auria, Di Matteo e Lusini che hanno raccolto l’invito di Campania Notizie. Mentre Barbato ai confronti preferisce i prelievi. Noi siamo contrari agli spargimenti di sangue.

Mario De Michele

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information