“L’ex Sindaco De Cristofaro ed i suoi fedelissimi superstiti hanno rinunciato alla domanda cautelare proposta al Tar Campania in relazione alla sospensione del consiglio comunale di Aversa. Preannunciando che presenteranno motivi aggiunti per impugnare il decreto di scioglimento. Hanno perso un’altra occasione per dimostrare un poco di amore per la città; siamo oltre l'attaccamento alla poltrona. E’ accanimento contro la città, con l'obiettivo di impedire il ritorno al voto. Questa è la dimostrazione di un delirio di onnipotenza di chi non si rassegna al verdetto di tutta la catena istituzionale che va da Prefettura, ministero dell'interno e   presidente della Repubblica”. A dichiararlo è l’ex consigliere comunale del Partito Democratico, Alfonso Golia.
Il Tar già in precedenza aveva respinto la domanda di sospensione avanzata da de Cristofaro. Che già in tale fase il farmacista aversano, difeso dall'avv. Somma, si era opposto con successo all'iniziativa giudiziaria dell'ex sindaco.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information