“Riguardo Terra di Lavoro, la società partecipata della Provincia di Caserta, gli obiettivi devono essere due: salvaguardare il diritto al lavoro e rilanciare la sua attività, sfruttandone appieno le potenzialità”. Così si è espresso il sindaco di Caserta e candidato della coalizione di centrosinistra alla Presidenza della Provincia, Carlo Marino, intervenuto stamani presso la sede dell’Ente di viale Lamberti nel corso di un vertice convocato dal Presidente facente funzioni Silvio Lavornia e avente ad oggetto la società provinciale. “Quello della società Terra di Lavoro – ha aggiunto Marino – è un tema molto serio, che non può e non deve essere oggetto di strumentalizzazione politica. Se sarò eletto Presidente della Provincia il prossimo 12 ottobre mi assumerò tutte le responsabilità su questo argomento, agendo in coerenza con quanto è stato fatto finora. L’azienda è un patrimonio dell’Ente, deve tornare ad essere una risorsa e deve produrre dei servizi per i cittadini e non essere uno strumento attraverso il quale elargire semplicemente degli stipendi senza preoccuparsi dell’efficienza”.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information