Sostituiamo il sindaco, gli assessori o chi ci pare con qualcuno a nostro piacimento! I cittadini aprano gli occhi su questo che sembra essere il gioco dell'estate 2017 posto in essere dalla "nuova maggioranza" in spregio ad ogni principio normativo, democratico ed istituzionale! Siamo allibiti dall'illegittimo ed abusivo atto di destituzione di un presidente di commissione, configurante solo un gesto di prevaricazione delle regole che da sempre sono alla base del funzionamento del consiglio comunale e delle commissioni consiliari. I Componenti della commissione politiche sociali hanno ieri destituito, cn un atto di forza ma privo di qualsiasi valore, un presidente di commissione eletto secondo tutti i crismi regolamentari, sostituendolo senza alcun rispetto della normativa che sottende alle nomine dei componenti delle stesse. Il regolamento del consiglio comunale, infatti, così come non prevede l'istituto della sfiducia del presidente del consiglio, allo stesso modo non contempla la sfiducia del presidente di commissione, il cui ruolo segue specularmente le regole disposte per il predetto ruolo presidenziale. Ci domandiamo se vi sia stato l'avallo della segretaria comunale, sempre attenta e terza rispetto alla conformità degli atti, e se da oggi tutte le sedute di commissione convocate da un presidente illegittimo che non ha alcun potere di fatto, possano ritenersi valide, con tutte le conseguenze del caso. Magari la segretaria è in ferie e non è stata messa al corrente di tutto ció. A questo punto, in modo paritetico, potrebbero stabilire che da domani il sindaco non sia più il sindaco con un nuovo procedimento frutto della fantasia e per questo avremmo la sostituzione dello stesso?! Lo stesso processo magari con gli assessori, assurdo no?! Esistono delle regole scritte che vanno rispettate! Crediamo che il segretario comunale debba intervenire imprescindibilmente a sanare questo abuso, impedendo atti futuri che sarebbero tutti solo illegittimi. Nel contempo, il presidente Palmiero scriverà al prefetto per chiedere un immediato intervento dello stesso, nella speranza che anche lì non si sia già tutti in vacanza. Si sta abusando della democrazia, delle norme e del buon senso, e questo non porta a nulla di buono. Si faccia subito un passo indietro nel rispetto di quanti hanno contribuito in passato a formare queste norme che fino ad oggi hanno sempre consentito di gestire, in modo legittimo e corretto, il funzionamento degli organi consiliari, onde evitare che si possa finire nel caos più assoluto. Questo è il messaggio che si vuole dare alla gente? Mai vista una cosa del genere!

Noi Aversani





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information