Ammontano a quasi 1 milione e 200mila euro le risorse destinate al progetto di risanamento ambientale “Comune di Caserta”, per il quale è stata firmata oggi la convenzione tra Regione Campania – Direzione Generale per l’ambiente e l’ecosistema, Campania Ambiente e Servizi S.p.A. e la Città di Caserta. Il progetto rientra nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Opere di Risanamento Ambientale” sottoscritto tra Regione Campania e Ministero dell’Ambiente. Lo schema di convenzione era stato approvato nei mesi scorsi dalla Giunta Comunale. Era già stato effettuato anche un sopralluogo congiunto dal personale del Gruppo Ispettivo Ambientale Comunale con i tecnici della Società Campania Ambiente, nel corso del quale era stata effettuata una mappatura delle aree sottoposte a sversamento illecito di rifiuti. L’accordo prevede, tra l’altro, la manutenzione, il recupero, il risanamento e la riqualificazione ambientale delle aree; la messa in sicurezza del territorio mediante mitigazione dei rischi ambientali e igienico-sanitari; georeferenziazione e monitoraggio dei siti oggetto di abbandono di rifiuti e potenzialmente inquinati; verifica dello stato di contaminazione della matrice suolo, rifunzionalizzazione e monitoraggio dei siti, attività di differenziazione dei rifiuti, trasporto, recupero e smaltimento. “L’accordo di oggi - ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino - rappresenta un passo fondamentale nell’ambito delle politiche di risanamento ambientale della città di Caserta. L’obiettivo finale deve essere superare nel più breve tempo possibile i pregiudizi legati al nostro territorio, che mai più deve essere Terra dei fuochi, ma piuttosto Terra di cultura, di tradizione, di enogastronomia e di eccellenze. Ringrazio la Regione per il finanziamento e Campania Ambiente per gli interventi già avviati nei mesi scorsi nell’ambito della mappatura dei siti inquinati e che proseguiranno con tutta una serie di opere legate anche alla riqualificazione ed al recupero funzionale di aree che, da luoghi di criticità, si trasformeranno in una risorsa”. “Un progetto – ha aggiunto l’assessore all’Ecologia Francesco De Michele - che rientra pienamente nella nostra attività di tutela dell’ambiente e dell’igiene, del decoro urbano e della salute dei cittadini. Dopo un sensibile incremento dei dati relativi alla raccolta differenziata ottenuto nell’ultimo anno, grazie alla collaborazione di Regione e Campania Ambiente, abbiamo la possibilità di imprimere una svolta decisa nel campo del risanamento ambientale”.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information