Ad una settimana dall’entrata in vigore della zona a traffico limitato con varchi elettronici, gli amministratori comunali tracciano un primo bilancio. “Buona la prima – ha detto l’assessore Dino Carratù, e continuando – questo primo scorcio di sperimentazione è stato positivo. Sappiamo che ci sono alcune cose da correggere per questo con il sindaco Enrico de Cristofaro siamo ogni giorno per strada ascoltando i suggerimenti proposti da chi vive nella zona della zona a traffico limitato”. Ed ancora: “Questa Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Enrico de Cristofaro, ha un obiettivo ben preciso: fare sempre meglio e sempre di più per Aversa e i suoi cittadini. Non possiamo e, soprattutto, non vogliamo fermarci. La nostra azione testimonia l’enorme impegno costantemente profuso dagli assessori e dai consiglieri tutti. Ovviamente, a questa ingente mole di lavoro e alla volontà di fare bene di chi amministra deve corrispondere un atteggiamento collaborativo dei cittadini. Purtroppo, in questa prima settimana, malgrado la massiccia informazione e i cartelli ben evidenti che indicavano la presenza del ‘varco attivo’ abbiamo notato il mancato rispetto di alcuni del dispositivo. Rispettare le regole è un dovere di tutti ma senza cooperazione, nessun intervento (per quanto efficace) potrà sopperire alla carenza di civiltà di qualche cittadino irrispettoso e maleducato”. Dello stesso avviso anche il consigliere comunale Michele Galluccio: “Questa prima settimana di ztl è andata bene. Adesso aspettiamo il mese di settembre, al ritorno dalle vacanze, per la ‘prova del 9’. Allora tireremo le somme e faremo un bilancio della sperimentazione per porre in essere gli eventuali correttivi necessari. La zona a traffico limitata deve essere considerata come un’opportunità per la Città e non un modo per penalizzare qualcuno”. E conclude Galluccio: “Stiamo ascoltando i residenti, i commercianti ed in generale tutti coloro che possono dare un contributo per il miglioramento del dispositivo di viabilità. Ascolteremo tutti prima di fare la sintesi finale, in modo da poter accogliere i suggerimenti e rimuovere le eventuali criticità per poter migliorare questo dispositivo di viabilità garantendo la centralità degli interessi della città nelle sue molteplicità e non l’interesse dei singoli”.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information