Continuano a rincorrersi voci che fanno riferimento alla volontà del Sindaco Pacifico (o di chi pensa di essere stato eletto al suo posto) di conferire deleghe ai Consiglieri comunali. MBC, che- come si ricorderà- fa parte del Patto civico, ovvero della Coalizione che ha presentato Pacifico, e che nel suo piccolo ha contribuito alla vittoria del sindaco al primo turno, non avendo altro modo per far conoscere le proprie posizioni politiche, rappresenta a mezzo stampa la propria contrarietà rispetto a tali deleghe. MBC ritiene che, come stabilisce la legge, al consiglio comunale spetti il compito di proporre e di vigilare. Affidare deleghe ai consiglieri comunali (per altro soltanto ad alcuni di essi) potrebbe contribuire a determinare una pericolosa e non funzionale sovrapposizione di ruoli tra i diversi organi e qualche confusione e conflitto. Occorre, ad avviso di MBC, tenere ben distinti i campi d’azione del controllore e del controllato. Da tempo la questione delle deleghe ai consiglieri comunali è all’attenzione del dibattito pubblico. Ed anche alla luce di una consolidata giurisprudenza si è ormai dell’opinione di evitare qualsiasi commistione tra l’attività del consiglio, quella del sindaco e della sua giunta e quella dei funzionari e della burocrazia comunale. Tra la cospicua letteratura in materia ci permettiamo di evidenziare la risposta del Viminale ad un quesito relativo a tali deleghe, sperando che anche chi si è attribuito il ruolo di comandante, tra un convegno, una diretta streaming e una seduta politica casereccia, trovi il tempo e la serenità di approfondire. Anche facendosi un po’ da parte.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information