"Il rimpastino di mezza estate è uno scivolone politico del Sindaco Galasso". E' tranciante il giudizio di Vincenzo Filomena, portavoce provinciale Democrazia Cristiana di Avellino, per il siluramento dell'assessore Romei deciso dal primo cittadino.

"Desidero esprimere la mia personale vicinanza all'avv. Gennaro Romei, ex assessore alla Cultura del Comune di Avellino, persona degna di stima che ho avuto il piacere di ben conoscere ed apprezzare politicamente, avendo entrambi militato nelle fila dell'Udc per un lungo periodo e sin dalla sua costituzione. Ovviamente, - osserva il leader Dc - ogni Sindaco è legittimato a revocare e ridistribuire le deleghe come meglio crede, ma siamo altrettanto consapevoli che il sig. Sindaco della città di Avellino non si possa esimere dalla responsabilità politica e dal dovere civico di spiegare ai cittadini la ratio ed i vantaggi amministrativi delle decisioni assunte. Risultano del tutto sconosciute le motivazioni in base alle quali il Sindaco Galasso ha deciso di privarsi della collaborazione di uno dei suoi assessori di "punta", il quale, accompagnandosi alla ben nota volontà e passione politica, ha sempre dimostrato concrete capacità di iniziativa amministrativa".

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information