"E’ necessario sostenere gli Stati membri nella promozione di campagne educative sul gioco, sui pericoli dell’azzardo e la lotta alla ludopatia". È quanto si propone la "Dichiarazione scritta" promossa da Nicola Caputo (S&D) ex art. 136 del Regolamento e cofirmata da altri parlamentari di diversi gruppi politici: Patrizia Toia, Flavio Zanonato, Alessandra Moretti, Renata Briano, Silvia Costa, Antonio Panzeri, Alessia Mosca Isabella De Monte e Luigi Morgano per S&D; Fulvio Martusciello per il PPE; Dario Tamburrano e Marco Affronte di EFD. Nella riunione Plenaria di Strasburgo, oggi in corso, questa dichiarazione è stata messa a disposizione dei parlamentari che vogliano sottoscriverla. "C'è bisogno del sostegno di più del 50% dei Deputati europei perché la dichiarazione sia adottata dal Parlamento Europeo - spiega Nicola Caputo - la ludopatia è una pericolosa patologia in rapida crescita tra i giovani e rappresenta sempre più un problema di salute pubblica. Sebbene l’assistenza sia direttamente esercitata dagli Stati membri - spiega ancora Caputo - il nostro obiettivo è quello di spronare la Commissione e il Consiglio a sostenere gli Stati nella promozione di campagne sui pericoli del gioco d'azzardo e sui temi del rafforzamento del contrasto al gioco illegale". La "Dichiarazione scritta" contro la ludopatia e le distorsioni del gioco d'azzardo resterà disponibile alla raccolta delle firme fino al 15 marzo.

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information