GRAGNANO – «La nostra Gragnano tornerà a essere una città viva, una città accogliente, una città attraente. E la mia Amministrazione ci riuscirà non solo creando nuovi centri di aggregazione ma riqualificando, soprattutto, quelli già esistenti». Lo ha detto Paolo Cimmino, candidato sindaco sostenuto da sette liste civiche. «In questa direzione ci siamo mossi nel corso della precedente consiliatura con la riattivazione del campo di calcio “San Michele”, fermo da oltre 15 anni nel più totale immobilismo delle istituzioni. Lo abbiamo recuperato alla vita della comunità ma lo amplieremo e ne miglioreremo la funzionalità, peraltro alcuni progetti sono stati già approvati, facendone non solo il tempio sportivo dei Monti Lattari – aggiunge – ma un luogo aperto dove organizzare concerti, manifestazioni culturali, spettacoli. Eventi come la Festa dello Sport, già promossa quest’anno per la prima volta dal Forum dei giovani a dimostrazione chiara e concreta del concetto di sinergia e di collaborazione tra Amministrazione e cittadini che vogliamo portare avanti». «Al contempo, lavoreremo a nuovo progetto di centro sportivo polifunzionale che possa ospitare diverse discipline come il nuoto e il tennis ampliando così, ancora di più, l’offerta per famiglie e giovani. I gragnanesi – conclude il candidato sindaco – potranno riprendere a vivere appieno la città, sempre».

 

 





Leggi anche:


 

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information