"Da giorni sembra che qualcuno stia provando in maniera scientifica a spostare l'attenzione, in questa campagna, dallo stato della città alle polemiche a tutti i costi. Invece noi dobbiamo avere la forza di parlare a tutti i napoletani di quanto sia diventato difficile vivere a Napoli. Della camorra che lascia un morto ammazzato in strada un giorno sì e l'altro pure. Del traffico che blocca la città e dei mezzi pubblici sempre più vecchi e lenti. Del degrado e dell'immondizia ovunque. Delle tasse più alte d'Italia. Delle migliaia di giovani che ogni anno vanno via perché la città non dà loro opportunità. Delle migliaia di fornitori del comune che non ricevono pagamenti nei tempi di legge. Delle decine di migliaia di famiglie che vivono in alloggi popolari dove mancano i requisiti minimi di vivibilità". Lo scrive, sulla sua pagina facebook, Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco a Napoli. "Noi - prosegue - siamo gli unici ad aver presentato un programma per l'intera città, fatto di 10 impegni precisi che vanno dal reddito di sostegno sociale al pacchetto sicurezza; dalle misure per il lavoro al recupero delle periferie tramite l'utilizzo di tutti i fondi europei. Non solo. Siamo gli unici nella storia della città ad aver presentato altri 31 microprogrammi, uno per ogni quartiere di Napoli, in cui indichiamo le nostre priorità da risolvere sotto casa di ogni concittadino. Siamo gli unici ad aver scritto tutto questo con i napoletani attraverso un processo democratico dal basso senza precedenti. Per questo ci sentiamo forti, ma anche sereni, di chiedere la fiducia dei napoletani. Dopo anni di clientelismo, mazzettismo, fratellismo e nullismo noi siamo il cambiamento che la città chiede. I napoletani possono decidere in tranquillità: se pensano che vada tutto bene, che la città è sicura, che il lavoro c'è, che i servizi pubblici funzionano, possono continuare a tenersi chi ha amministrato finora. Se invece vogliono aprirsi al vento positivo del cambiamento noi siamo qui. Liberi, forti, sicuri e sereni. Con le nostre soluzioni e con la nostra serietà".

 

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information