Errore
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT MAX(time) FROM jos_vvcounter_logs
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=INSERT INTO jos_vvcounter_logs (time, visits, guests, members, bots) VALUES ( 1593857835, 1645, 1564, 0, 81 )

"Querelo de Magistris per le dichiarazioni che ha fatto". Lo annuncia Gianni Lettieri, candidato sindaco di Napoli, che risponde così alle affermazioni del primo cittadino, Luigi de Magistris, che ha chiesto controlli "antiriciclaggio" per il patron di Atitech. Lettieri spiega che i soldi che sta usando per la campagna elettorale sono suoi. "La mia dichiarazione dei redditi è pubblica, a disposizione di chiunque voglia vederla - assicura - Ho deciso di spendere un po' di soldi per la mia città e sono soldi personali perché voglio strappare questa città dalle mani di un cialtrone". "Questo mi rende un uomo libero e non ricattabile - aggiunge - Ho rilevato Atitech nel 2009, erano a rischio 700 posti di lavoro. Ho investito soldi per 12 milioni di euro della mia società e altri 12 milioni li ho investiti in impianti e macchinari". E oggi, sottolinea, Atitech "è un'azienda che guadagna e non ha debiti". Anzi, come ricorda lo stesso Lettieri, è stato stretto un accordo con Alenia, creando una "multinazionale che ha sede a Napoli". "Abbiamo avuto complimenti e riconoscimenti da tutti - prosegue - meno che dal sindaco eppure stiamo parlando dell'azienda privata privata più importante di Napoli". "Lui - conclude - non ha detto una parola".





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information