Rappresenta la vera novità della tornata elettorale in provincia di Caserta. Parliamo di ‘Terra libera’, movimento diretta espressione del consigliere regionale Luigi Bosco, rivelazione assoluta del voto di ieri. La forza sprigionata dalla neonata associazione politica ha travolto l’intera provincia, da Sessa Aurunca, passando per Capua, Marcianise, dai paesi dell’Appia dove spicca la vittoria a Santa Maria Capua Vetere, fino ad arrivare al Capoluogo. Partendo proprio da Caserta, ‘Terra libera’ è risultata la seconda lista in appoggio a Carlo Marino con 3503 voti, dietro solamente al Partito democratico. Straordinaria l’affermazione ottenuta a Marcianise, dove il movimento del consigliere regionale Bosco appoggiava il candidato alla carica di sindaco Antonello Velardi, attraverso il referente locale Antimo Rondello, che è risultato il primo degli eletti nella lista del Pd con oltre 600 preferenze. Ma il vero capolavoro, è stato realizzato sull’Appia. Nella roccaforte Santa Maria Capua Vetere, ‘Terra libera’ ha contribuito in maniera determinate al successo del nuovo sindaco Antonio Mirra. La lista di Bosco, infatti, è risultata la più votata in assoluto (2431 preferenze); ben quattro rappresentanti di ‘Terra libera’ siederanno sugli scranni del prossimo consiglio comunale della Città del Foro. Il movimento del consigliere regionale ha vinto anche a Capua insieme al nuovo primo cittadino Eduardo Centore. Per completare la filiera istituzionale tra Regione e Comuni dell’Appia, gli aspiranti sindaco di Casagiove (Roberto Corsale) e San Prisco (Domenico D’Angelo), i cui progetti sono stati da sempre appoggiati dal consigliere Bosco, hanno letteralmente stracciato la concorrenza conquistando la vittoria elettorale. Grandi affermazioni per i referenti di ‘Terra libera’ anche a Pignataro Maggiore e Sant’Arpino. Infine, occorre una menzione speciale il Comune di Sessa Aurunca. Anche in questo caso, ‘Terra libera’ è risultata la prima lista in termini di preferenze (1005) dell’intera coalizione in appoggio a Luigi Tommasino che, il prossimo 19 giugno, si giocherà tutto al ballottaggio con Silvio Sasso. Felice e fortemente emozionato per i risultati ottenuti, il consigliere Bosco ha affermato: «Quanto raggiunto dal nostro movimento ‘Terra libera’, al suo primo anno da protagonista della politica provinciale, è assolutamente straordinario. Io e le persone che da sempre mi sono vicine abbiamo creduto nella bontà e validità del progetto. Oggi, i nostri sacrifici sono stati ripagati. La nostra attività, rafforzata dalla presenza di consiglieri comunali sul territorio, continuerà con l’unico obiettivo di rilanciare la provincia di Caserta».





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information