Castello del Matese –  E’ stato  uno “spaccato”, molto significativo, di un meridione   che, non solo resiste, ma  innova nei  territori e si rinnova nel proprio radicamento non solo socio economico ma anche esistenziale. Soprattutto oggi - in tempi di grande fuga giovanile con ritmi che non rallentano. Sono state  testimonianze che confermano la vitalità del settore agro alimentare anche nel sud quelle raccontate nello spazio  dell’azienda agrituristica polifunzionale  “Falode”  a pochi passi dal lago carsico  nel cuore dell’area  interna matesina e di un parco regionale che, però, da tempo ha smarrito le ragioni della sua esistenza né la regione  sembra indicare una prospettiva di recupero . L’occasione era ed è stata di altro tenore , quello di “AgriCampus”,  la prima edizione di un’iniziativa voluta da Coldiretti Campania e dai Giovani dell’organizzazione “gialloverde” nel corso  della quale sono stati assegnati  premi “Oscar Green”(undicesima edizione) in sette categorie . I vincitori di questa edizione  2017  sono stati a livello  regionale:

 

- categoria AGRI-YOU: azienda agricola Maria Concetta Del Grosso (Baselice, Benevento)

 

- categoria FARE RETE: Aprol Campania, azienda Petolicchio (Giffoni Valle Piana, Salerno)

- categoria WE GREEN: azienda agricola Serro Croce (Monteverde, Avellino)

- categoria CAMPAGNA AMICA: azienda agricola L'arcobaleno di Marco Esposito (Casaluce, Caserta)

- categoria IMPRESA 2.TERRA: azienda agricola Emilia Calce (Conca della Campania)

- categoria CREA: azienda agricola Sanacare (Pozzuoli, Napoli).E’ stata una stimolante “due giorni” di confronti, dibattiti, scambi di esperienze e occasioni per fare il punto delle esperienze  messe in campo , di bilanci e  indicazioni per il futuro,  per fare rete sulla nuova agricoltura. “Un momento di approfondimento  lontano  da location paludate svoltosi  in  luogo simbolico e fortemente agricolo, punto di riferimento ormai da decenni nato nell’ex area ex Cirio su impulso della Coldiretti( presente  anche l’ex dirigente regionale Antonio Falessi).Protagonisti sono stati, dunque, i giovani imprenditori agricoli, “le nuove leve che stanno cambiando il volto al primo settore in Italia e in Campani” come sottolineato dall’organizzazione in sede di presentazione dell’evento.  Presente  il vicepresidente nazionale, Gennaro Masiello, la delegata nazionale  giovani impresa Coldiretti, Maria Letizia Gardoni,  il direttore generale Salvatore Loffreda e quello provinciale di Caserta Angelo Milo, le rappresentanze delle province della Coldiretti (ben 10 pulman) numerosi sindaci, il  commissario del parco  Umberto De  Nicola, il presidente della comunità montana del Matese  Giovanni Scungio, numerosi sindaci, a rappresentare la regione l’assessore al lavoro Sonia Palmeri ed il consigliere delegato al settore agro-forestale  Alfieri.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information