Fca cederà la maggioranza dell'azionarato della Pcma di Gricignano d'Aversa (Caserta) ad un partner tecnico. Lo ha reso noto il segretario regionale della Uilm per il settore automotive, Crescenzo Auriemma, al termine di un incontro tenuto per discutere del reimpiego dei lavoratori della Pcma di Napoli, durante il quale l'azienda ha confermato che entro agosto saranno completati i trasferimenti nello stabilimento casertano di 250 tute blu, che potrebbero arrivare a 300 se il volume di auto prodotte a Cassino aumenterà. La società di maggioranza della Pcma di Gricignano, spiega Auriemma, dovrebbe essere 'Primasole'. ''Abbiamo chiesto all'azienda di mantenere il contratto vigenteß- ha aggiunto - e quindi il mantenimento dei livelli economici, e di risolvere la questione dei volontari che vogliono andare a Gricignano. Nei prossimi mesi l'azienda ci informerà sulle attività che saranno allocate a Napoli per saturare anche lo stabilimento partenopeo''. ''I dati di oggi sono un segnale positivo - ha concluso Auriemma - ma adesso bisogna impiegare le nostre forze e la nostra inventiva e spinta sindacale per trovare la soluzione definitiva anche per lo stabilimento Pcma di Napoli. Come ho sempre sostenuto in questi anni, finalmente si inizia a formalizzare una soluzione occupazione per tutti i lavoratori''. ''Nei prossimi incontri con la direzione di Magneti Marelli che riguarderanno il sito di Pcma di Gricignano, abbiamo chiesto la presenza del partner industriale e socio di maggioranza per discutere anche con lui dell'avanzamento degli impegni presi''. Lo ha detto il segretario generale della Fim di Napoli, Biagio Trapani, commentando l'incontro svoltosi oggi con Fca per discutere dell'avanzamento degli accordi per lo stabilimento Pcma di Napoli, che prevede il trasferimento di una parte dei lavoratori nella fabbrica di Gricignano (Caserta). ''Si completa la prima parte della vertenza della Pcma ex Magneti Marelli di Napoli - ha detto Trapani - ma bisogna continuare per arrivare alla piena occupazione dello stabilimento partenopeo. Entro agosto si completerà il passaggio di circa 250 lavoratori dello stabilimento Pcma di Napoli, in quello realizzato a Gricignano. Ma la novità importante di oggi, è l'entrata in società del partner tecnico con una quota di maggioranza, società che fa capo al vice presidente di Confindustria Nazionale''. ''Riteniamo come Fim di proseguire un confronto ancora più serrato nei prossimi mesi - ha concluso Trapani - per valutare i volumi di Cassino, in modo da esaminare ulteriori inserimenti di lavoratori presso il plant di Gricignano in grado di alleggerire il sito di Napoli. In quest'ultimo sito, attraverso l'inserimento di nuove attività, si spera di portarlo in tempi brevi alla piena occupazione ed alla fine di una vertenza che oramai va avanti dal 2008'





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information