Le ventiquattro aziende casertane che sono “in mostra” alla 51esima edizione del Vinitaly hanno ricevuto il sostegno di tutte le istituzioni casertane e non solo; al fianco delle aziende vitivinicole, insieme al presidente della Camera di Commercio di Caserta, Tommaso De Simone che era accompagnato dal componente della giunta camerale Raffaele Puoti, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, il presidente di Confindustria, Gianluigi Traettino e il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, i quali insieme hanno incontrato tutti gli espositori casertani dimostrando che le istituzioni sono al fianco delle eccellenze casertane. “Credo che sia un punto di forza per le nostre aziende vedere che i rappresentanti di Camera di Commercio, Comune, Confindustria e del bene monumentale tra i più importanti e rinomati, non solo in Italia, hanno voluto essere presenti al Vinitaly. Le eccellenze casertane, dai vini ai prodotti enogastronomici hanno avuto quest’anno un’importante cornice rappresentata dalla Reggia e la presenza del direttore Felicori, insieme al sindaco Marino e al presidente Traettino hanno rafforzato la cosiddetta filiera locale che ha portato a Verona non solo le tipicità vitivinicole ed enogastronomiche”. Lo ha dichiarato Tommaso De Simone al termine della terza giornata della fiera che si concluderà mercoledì. Gli espositori casertani hanno ricevuto anche la visita del delegato regionale all’Agricoltura, Francesco Alfieri, del presidente del Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana, Domenico Raimondo e ieri anche del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Come ogni anno nutriamo buone aspettative – ha aggiunto De Simone – in iniziative come il Vinitaly che sono un’opportunità da non perdere per le nostre aziende. Tra ieri ed oggi sono state più di 20 mila i visitatori, solo nello spazio casertano. Sono numeri importanti, rispetto ai quali sono stato contenuto per difetto, che ci confermano l’interesse verso i nostri vini. Le visite aumenteranno nelle giornate conclusive e sono già tanti i contatti che i nostri espositori hanno avuto con buyer americani ma anche europei con sottoscrizione già di diversi contratti. Il bilancio definitivo ci sarà a conclusione della manifestazione. La CCIAA di Caserta ha sostenuto il settore con investimenti importanti che hanno consentito di portare alla ribalta la vitivinicoltura della provincia di Caserta”. Soddisfatto dell’iniziativa anche il sindaco Carlo Marino che ha affermato: “Al Vinitaly di Verona per la prima volta Caserta è rappresentata in maniera così compatta, con i massimi livelli istituzionali e del mondo produttivo e culturale. Con i presidenti De Simone e Traettino ed il direttore Felicori, abbiamo promosso alcune tra le più grandi eccellenze casertane, che rendono unica la nostra straordinaria terra. Questa è la Caserta che ci piace e che desideriamo: laboriosa, tenace, con la voglia di emergere e far conoscere i suoi punti di forza, scrollandosi di dosso etichette ingiuste e pregiudizi ingenerosi”. “Siamo consapevoli – ha spiegato Traettino – che i risultati che abbiamo raggiunto a Verona sono il frutto di un lungo percorso nel corso del quale le difficoltà non sono mancate e non mancheranno, ma la certezza è che le istituzioni sono e saranno al fianco delle aziende casertane che potranno consolidare i rapporti già stretti con i buyer aprendosi anche a nuovi mercati”.





Leggi anche:


Cerca in google

 

 

stoccata.jpg

 

InfoJobs - 300x250_IJIT_blue

Borsa in tempo reale

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information