MONTESARCHIO - Uno stabilimento del Gruppo "Mataluni Spa", del neo-presidente di Confindustria Benevento Biagio Mataluni costruito in difformità delle norme rischia la demolizione o l'acquisizione del capannone da parte del Comune: é quanto stabilisce la recente sentenza del Tribunale amministrativo regionale che scrive la parola fine a una lunga controversia tra il gruppo imprenditoriale e il Comune di Montesarchio. In gioco, però, ci sarebbe anche il futuro di decine di persone che lavorano presso lo stabilimento.

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Montesarchio Antonio Izzo, che dopo aver promosso un incontro tra le parti per garantire i lavoratori ha affermato :"E' mia ferma intenzione sollecitare ed avviare tutte le procedure utili a tutelare i livelli occupazionali e il benessere del tessuto economico territoriale. "Alla riunione del 17 luglio - ha aggiunto il sindaco Izzo - era presente soltanto l'avvocato Signoriello, per il gruppo Mataluni. Il legale ha inteso in quella sede, dare atto della buona volontà dell'Amministrazione comunale di proteggere gli interessi economici della società e, conseguentemente, di evitare ripercussioni negative per la comunità locale". 'Confermiamo la volonta' di sottoporre all'attenzione del prossimo consiglio comunale le proposte che arriveranno dal Gruppo Mataluni, sulle modalità per tutelare i livelli occupazionali e il tessuto economico sociale della realtà caudina", conclude il primo cittadino". Per lunedì mattina (ore 11) a Montesarchio il gruppo Mataluni ha convocato una conferenza stampa.





Leggi anche:


Borsa in tempo reale

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information