AVELLINO – Un milione di euro alle aziende irpine per fronteggiare la crisi favorendo l’accesso al credito: è l’importante iniziativa della Camera di Commercio di Avellino a sostegno del tessuto imprenditoriale provinciale, che sarà presentata dal Presidente della Camera di Commercio di Avellino, Costantino Capone, nel corso di una conferenza stampa che si terrà venerdì 21 settembre, alle ore 10.30, presso la sede dell’Ente di Piazza Duomo, nella Sala Chiesa dell’Oratorio della SS. Annunziata.

La conferenza stampa è aperta anche a tutte le imprese e loro associazioni, alle istituzioni bancarie e strutture Confidi “ex 107”, per offrire il proprio contributo per il buon esito dell’iniziativa camerale. La partecipazione è libera ma, per motivi organizzativi, si richiede la registrazione tramite il sito della Camera di Commercio di Avellino da parte degli interessati (www.av.camcom.gov.it), info: 0825/694.206 – 694.204.

Per fronteggiare la difficile congiuntura economica internazionale, dunque, l’ente di Piazza Duomo ha stanziato una importante somma per le imprese irpine per aumentare la capacità di credito nei confronti del circuito finanziario. Negli ultimi anni la domanda di credito da parte delle piccole e medie imprese è notevolmente aumentata: il 52 per cento delle aziende attive nei settori dell'industria e dei servizi oggi cerca - ma non sempre trova - finanziamenti esterni, una quota nettamente superiore a quella rilevata nel 2007, ovvero prima della crisi, quando la domanda si assestava sul 36 per cento.

La somma stanziata dalla Camera di Commercio, pari a un milione di euro, sarà assegnata alle aziende attraverso un bando di contributi mirato all’abbattimento del costo delle commissioni dovute sulle garanzie rilasciate dai Confidi “107”, ossia iscritti nell’elenco speciale degli intermediari finanziari di cui all’art. 107 del Testo Unico Bancario. La scelta dei Confidi “107” è stata dettata dalla volontà di offrire alle aziende uno strumento che possa aumentare la capacità di credito dell’azienda nei confronti del circuito finanziario, attraverso soggetti che abbiano una capitalizzazione tale da fornire una garanzia realmente efficace nei confronti del mondo bancario e, quindi, tale da poter favorire concretamente l’accesso al credito, tema fondamentale per la competitività del sistema imprenditoriale.

Il contributo consiste dunque nell’abbattimento del costo della garanzia deliberata dagli Organismi di Garanzia Collettiva Fidi, per le imprese irpine che stipulino – fino al 31 ottobre 2013, termine di scadenza del bando - un contratto di finanziamento bancario o di leasing.





Leggi anche:


Borsa in tempo reale

Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information